Ven. 07 Ott. 2022
HomeBreaking NewsNord Milano, in arrivo i primi profughi dall'Ucraina. A Cusano Milanino i...

Nord Milano, in arrivo i primi profughi dall’Ucraina. A Cusano Milanino i bambini marciano per la pace

I comuni si stanno organizzando per accogliere nei migliore dei modi l'arrivo degli ucraini dai luoghi coinvolti dal conflitto. A Cusano la manifestazione per la pace dei bambini, Sesto San Giovanni ha riattivato il Centro Operativo Comunale (COC), a Cinisello Balsamo, la sede della Croce Rossa è stata riempita di aiuti in un solo giorno

In queste ore sono in arrivo nei comuni del Nord Milano i primi profughi provenienti dall’Ucraina. Le amministrazione in collaborazione con le associazioni presenti sul territorio
si stanno organizzando per l’accoglienza e l’assistenza delle persone in fuga dalla guerra.

Il punto di raccolta di aiuti a Cinisello Balsamo

Intanto, ieri, “gli alunni della scuola primaria Enrico Fermi di Cusano Milanino – segnala su Fb il Sindaco Valeria Lesma – hanno voluto esprimere il loro desiderio per un futuro di pace con una coloratissima camminata da piazza Trento e Trieste fino alla piazza del Comune. La pace si costruisce anche (e soprattutto) così: educando questi bambini, che saranno le Donne e gli Uomini di domani, al rispetto, alla fiducia e al dialogo. Grazie!”

Cusano Milanino, l’assistenza ai profughi presso la sede della Croce Rossa

Cusano Milanino: presso la struttura di Croce Rossa Italiana Comitato di Cusano Milanino, in via Pedretti n 53 da sabato 5 marzo, dalle ore 14.00 alle ore 19.00, sarà possibile recarsi, al fine di poter espletare la segnalazione delle generalità dei cittadini ucraini giunti sul territorio, richiedere assistenza medica, generi alimentari e per l’infanzia (pannolini).

Presso Caritas-Centro di Ascolto, è possibile richiedere aiuto per vestiario nei seguenti orari lunedì, martedì, mercoledì e venerdì dalle 15.30 alle 18.30 previo contatto telefonico per organizzare gli ingressi ai numeri: 02.23058759 oppure 3202610308.

“E’ importante assicurare -si legge sul sito del Comune – che le persone che arrivano o che sono già arrivate segnalino la loro presenza sul territorio Italiano, al fine di attivare una rete più capillare di aiuti.

Per tutti coloro che arrivati in Italia hanno trovato una sistemazione presso familiari, amici o conoscenti è necessario presentare, entro 8 giorni dall’ingresso, la DICHIARAZIONE DI OSPITALITA’ DI CITTADINO EXTRACOMUNITARIO (che trovate in fondo alla pagina) allo sportello della Polizia Locale.

Presso ASST di via Ginestra 1 è possibile ottenere la certificazione STP (STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI) che permette di avere assistenza sanitaria.

Per informazioni, contattare:

COC al numero 3336115632.

COMUNE : URP al numero 0261903349, SERVIZI SOCIALI al numero 0261903228”.

Sesto San Giovanni, riattivato il Centro Operativo Comunale

Il Comune di Sesto San Giovanni ha subito riattivato il Centro Operativo Comunale (COC) e ha messo in campo diverse azioni per aiutare la popolazione ucraina.

il Sindaco si è messo direttamente in contatto con i cittadini ucraini residenti a Sesto per agevolare i ricongiungimenti familiari, la comunità ucraina a livello territoriale conta 741 persone, in prevalenza a donne. La Prefettura sta effettuando una ricognizione delle strutture di accoglienza disponibili tra quelle confiscate alla criminalità organizzata da destinare a un utilizzo sociale.

Sono stati attivati dei conti corrente di solidarietà su cui far confluire offerte e donazioni per l’assistenza ai rifugiati di guerra dell’Ucraina potrebbero giungere in città:

Intestatario Comune di Sesto San Giovanni
IBAN: IT57L0103020700000000302289
Causale: emergenza ucraina

Intestatario: Associazione della Croce Rossa Italiana ODV
Banca: Unicredit SPA, Agenzia Via Lata 4 – 00186 Roma
IBAN: IT93H0200803284000105889169

Causale: emergenza ucraina

Intestatario: Caritas Ambrosiana Onlus – via San Bernardino 4 – 20122 Milano
Conto Corrente Postale n.000013576228
Banca: Banco BPM
IBAN: IT82Q0503401647000000064700
Causale: conflitto in ucraina

I punti di raccolta di farmaci e beni di prima necessità

Sono stati attivati quattro punti di raccolta di farmaci e beni di prima necessità in diversi punti della città:

  • Caritas Salesiani
    dove: viale Matteotti 415
  • Caritas e San Vincenzo De Paoli di SS. Redentore
    dove: via Monte San Michele 130
  • Caritas San Giovanni Battista
    dove: in via Tino Savi 21
  • Croce Rossa Italiana e Protezione Civile
    dove: in via Manin 350
  • SOS Sesto San Giovanni
    dove: via Carlo Marx 111
    quando: 24h su 24

Cosa si può portare?

Cibo:
• scatolame (carne, legumi, tonno)
• pasta
• riso
• acqua (bottiglie in plastica da mezzo litro)

Farmaci (devono necessariamente avere una scadenza di oltre 1 anno):
• antibiotici
• antipiretici
• antidolorifici
• antidepressivi
• diuretici
• antiemetici
• antifungini
• antistaminici
• cortisonici
• disinfettanti
• acqua ossigenata
• detergenti
• vitamine
• garze sterili
• bende
• altri presidi per medicazione

Cinisello Balsamo, la sede della Croce Rossa è stata riempita in un solo giorno

Prosegue la raccolta di beni e generi di prima necessità a Cinisello Balsamo organizzata dal Comune a cura della Chiesa Ortodossa del Patriarcato di Mosca e con la collaborazione della Croce Rossa Italiana e di Cinifabrique. La raccolta è stata spostata nella sede del banco alimentare in via Alberto da Giussano 3/C. La generosità ha superato le aspettative e la sede della Croce Rossa è stata riempita in un solo giorno.

ARTICOLI CORRELATI