Gio. 18 Ago. 2022
HomeBreaking NewsSesto San Giovanni, il campus universitario del San Raffaele arriva nelle ex...

Sesto San Giovanni, il campus universitario del San Raffaele arriva nelle ex aree Falck

100mila mq che ospiteranno uno studentato e un polo dedicato alla ricerca, pronti ad accogliere 5mila studenti a partire dal 2026

100mila metri quadrati, di cui 20mila destinati a centri di ricerca, e 5mila studenti che verranno accolti a partire dal 2026. Questi i numeri del progetto del nuovo campus universitario dell’Ateneo Vita-Salute San Raffaele di Milano che sorgerà accanto al maxi polo dedicato alla ricerca e alla salute nelle ex aree Falck di Sesto San Giovanni, puntando al recupero e alla riqualificazione degli spazi urbani con un focus sull’eccellenza ultratecnologica.

I dettagli sono stati resi noti ieri nell’ambito della cerimonia di apertura dell’anno accademico 2021-22, alla quale hanno preso parte Maria Elisabetta Casellati, presidente del Senato, il ministro della Salute Roberto Speranza, insieme al presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana e al sindaco milanese Beppe Sala, ospiti del Presidente dell’Università Vita-Salute San Raffaele, Paolo Rotelli, e del Rettore, Enrico Gherlone.

Concepito su modello americano, il campus UniSR accoglierà le residenze per gli studenti, con all’interno luoghi dedicati alla cultura, allo sport e al volontariato. L’obiettivo del progetto è garantire un ambiente vivace culturalmente, incentrato sulla cosiddetta “student happiness”, in cui sia favorito l’incontro tra gli studenti, il confronto aperto tra docenti e soprattutto la crescita umana. Tra gli aspetti più innovativi che caratterizzeranno il nuovo campus universitario, il Digital Education Hub con infrastrutture tecnologiche di ultima generazione per garantire l’espansione della digital education di Ateneo, un Simulation Center all’avanguardia dotato di un cadaver lab e di un laboratorio dedicato alla Facoltà di Psicologia.

Un progetto al quale si aggiungono 11mila metri quadrati nel Centro direzionale di Milano 2, destinati ad aule ed uffici amministrativi, mentre altri 13mila metri quadrati sono già stati identificati per nuovi uffici amministrativi, aule e spazi dedicati alle facoltà di Psicologia e Filosofia. L’ampliamento dell’Ateneo potrà assicurare adeguate condizioni strutturali per le diverse attività e l’aumento della propria capacità ricettiva, nonché dell’offerta didattica. Già per l’anno accademico in corso, infatti, sono saliti a 552 i posti per il Corso di Laurea Magistrale a ciclo unico in Medicina e Chirurgia, a 136 quelli per International MD Program (Medicina in lingua inglese) e a 60 i posti per Odontoiatria e protesi dentaria.

L’insediamento del San Raffaele a Sesto San Giovanni si somma agli altri due istituti di ricovero e cura a carattere scientifico che si stabiliranno nelle ex aree Falck, ovvero l’Istituto dei Tumori e il Neurologico Besta che rientreranno nel maxi polo della Città della Salute e della Ricerca. “Sesto San Giovanni diventerà nei prossimi anni una delle capitali mondiali della medicina d’eccellenza – spiega il sindaco Roberto Di Stefano -. L’insediamento dell’Università Vita-Salute del San Raffaele rappresenta un enorme valore per il territorio e siamo pronti ad accogliere nella nostra città studenti italiani e stranieri che verranno a vivere da noi”.

L’Università Vita-Salute del San Raffaele, grazie alla crescita che ha caratterizzato l’ultimo quinquennio, entra di diritto nella rete internazionale delle più importanti medicine school. Vocata alla ricerca scientifica, anche durante l’emergenza sanitaria l’Università non ha mai smesso di svolgere la sua attività, così come la rete ospedaliera del Gruppo San Donato, impegnata con ingenti investimenti in infrastrutture tecnologiche e fisiche che hanno permesso la cura di 14mila pazienti Covid, la realizzazione di 700 progetti di ricerca e oltre 800 pubblicazioni sul Coronavirus.

ARTICOLI CORRELATI