Gio. 18 Ago. 2022
HomeBreaking NewsNord Milano, 50 mila euro per inserire i giovani nel mondo del...

Nord Milano, 50 mila euro per inserire i giovani nel mondo del lavoro

9 progetti destinati ai giovani finanziati grazie al bando promosso da Fondazione Paganelli e Fondazione Comunitaria Nord Milano. Pessina: "Siamo certi di aver intercettato un bisogno della nostra comunità e di aver creato occasioni in cui i nostri giovani siano protagonisti"

Valorizzare la manualità e l’apprendimento tecnico-pratico, promuovere e favorire la divulgazione scientifica, valorizzare i giovani talenti coinvolgendo le realtà aziendali, facilitare la transizione dalla scuola al mondo del lavoro o, ancora, divulgare la sostenibilità ambientale in ambito economico ed imprenditoriale. Sono solo alcuni degli obiettivi dei 9 progetti rivolti ai giovani e al loro inserimento nel mondo del lavoro, che si sono aggiudicati il finanziamento complessivo di quasi 50mila euro grazie al bando promosso dalla Fondazione Paganelli e Fondazione Comunitaria Nord Milano.

Il nord Milano punta così a diventare concretamente “un paese per giovani”. È la grande scommessa attorno alla quale è ruotato l’omonimo bando, aperto negli ultimi mesi del 2021 e finalizzato a sostenere i giovani e il loro futuro professionale coinvolgendo organizzazioni – profit e no profit – del territorio, disponibili ad offrire contesti nei quali realizzare i percorsi per le competenze trasversali (PCTO, ndr) per gli studenti degli ultimi tre anni delle scuole secondarie superiori di Cinisello Balsamo e Sesto San Giovanni. I PCTO nascono infatti con l’obiettivo di anticipare nel corso dell’iter scolastico opportunità di esperienze extrascolastiche nel mondo produttivo di beni e servizi, o comunque in contesti di attività quotidiane di impegno professionale, per favorire dinamiche positive di transizione tra scuola e lavoro.

Le aspettative delle due Fondazioni promotrici sono state pienamente soddisfatte dall’ampia partecipazione degli Enti del territorio nordmilanese insieme alle scuole ed agli operatori economici che hanno raccolto la sfida sul futuro dei giovani: “Sono tutti coinvolti nella progettazione e gestione delle importanti occasioni di crescita personale e formativa che vogliamo offrire ai giovani – commenta Nadia Carminati Ghidelli, Presidente della Fondazione Paganelli -. I progetti approvati e finanziati presentano elementi di originalità, e di attualità, capaci di suscitare l’impegno e l’ingegno necessari per progettare il nostro futuro”.

Ad aggiudicarsi il contributo, per un massimo di 5.000 euro ciascuno, sono stati 9 progetti selezionati sulla base di alcuni criteri che tengono conto della valorizzazione del percorso di apprendimento e delle competenze trasversali dei giovani, il protagonismo degli studenti nella programmazione e nella realizzazione delle azioni e il coinvolgimento della comunità territoriale. Tra loro, il progetto Includendo a Sconfinando per l’inclusione di soggetti in stato di disagio elaborato dall’Associazione Sconfinando con l’Istituto Tecnico Industriale Renato Cartesio di Cinisello Balsamo; ICT a portata di mano per la valorizzazione dei talenti personali degli studenti e il pieno coinvolgimento in realtà aziendali del sistema delle imprese locali disponibili, che vede l’Istituto Luigi Gatti – centro studi e formazione – APA-Confartigianato insieme all’ITI Renato Cartesio di Cinisello; Sogn@arti: la bellezza del fare, per la valorizzazione di manualità e apprendimento tecnico-pratico dell’Istituto Gatti con il Montale di Cinisello; Fiori di Pietra per la promozione e la divulgazione scientifica tra i giovani, messo a punto dall’Associazione XSQUI’ con l’Enrico Falck di Cinisello Balsamo, il De Nicola e lo Spinelli di Sesto San Giovanni; Giovani per la green economy – coltiva la una idea nel parco de’ GruBria per la divulgazione della sostenibilità ambientale in abito economico e imprenditoriale, curato dalla sezione cinisellese di Legambiente con il liceo Casiraghi di Cinisello Balsamo; Cominciamo bene! per sperimentarsi in percorsi di PCTO in ambito socio culturale in sinergia con le realtà associative locali, della Cooperativa Sociale Il Torpedone con il Casiraghi di Cinisello; GOALS – Giovani in Orientamento e Apprendimento Lavorativo e delle Skills che vede la collaborazione della Cooperativa Sociale La Grande Casa con il De Nicola di Sesto San Giovanni; divulgazione scientifica anche per il progetto Pietre del cielo, inerente al mondo della meteoritica, realizzato da Prima società cooperativa sociale con il De Nicola di Sesto San Giovanni e Istituto Eugenio Montale, in collaborazione con l’Istituto Nazionale di Astrofisica e l’Associazione Meteoriti Italia; infine il progetto Percorso per le competenze trasversali e l’orientamento di Anagramma Psicologi con il liceo Statale Erasmo da Rotterdam di Sesto San Giovanni che punta a favorire una transizione positiva da scuola a mondo del lavoro attraverso una formazione life-long e la valorizzazione delle soft skills.

“Siamo certi di aver intercettato un bisogno della nostra comunità e di aver creato occasioni in cui i nostri giovani siano protagonisti – spiega Paola Pessina, Presidente di Fondazione Comunitaria Nord Milano -. Creare una collaborazione più intensa tra le scuole del territorio e le organizzazioni produttive vuol dire prima di tutto testimoniare ai più giovani che il loro percorso verso la piena responsabilità nella comunità ci sta a cuore più di ogni altro obiettivo”.

I progetti, avviati ad inizio anno, saranno monitorati durante il loro svolgimento dalle due Fondazioni promotrici del Bando che valuteranno in particolare il gradimento da parte degli studenti, ma anche la capacità degli adulti di riferimento – docenti e responsabili delle strutture presso cui si realizzano i PCTO – di coinvolgerli efficacemente, oltre a verificare l’impatto dell’iniziativa congiunta realizzata sul territorio. Questo bando segna anche la nascita di una importante collaborazione con la Fondazione Comunitaria Nord Milano: “Spero che sia solo il primo passo di un programma destinato a svilupparsi nei prossimi anni.” Se i risultati saranno convincenti, le due Fondazioni prevedono che la collaborazione sul tema prosegua nel 2022/23.

 

ARTICOLI CORRELATI