Gio. 19 Mag. 2022
HomeAppuntamentiCinisello Balsamo, i funerali di Paolo Scirea

Cinisello Balsamo, i funerali di Paolo Scirea

Le esequie avranno luogo martedì 25 gennaio alle ore 11 nella chiesa parrocchiale San Pio X

Saranno celebrati domani, martedì 25 gennaio, i funerali di Paolo Scirea, fratello maggiore dell’indimenticato Gaetano, bandiera della Juventus che proprio Paolo aveva accompagnato a Torino e nei primi passi da calciatore. Paolo Scirea era presidente della Serenissima San Pio X, la società dilettantistica in cui Scirea aveva iniziato una carriera che lo avrebbe portato ai massimi livelli, fino alla Nazionale.

Le esequie avranno luogo alle ore 11 nella chiesa parrocchiale San Pio X.

Paolo è stato in prima fila nell’organizzare il Memorial Gaetano Scirea, dedicato alla figura del grande campione che proprio sui campi  dell’oratorio Pio X ha mosso i primi passi da calciatore, prima di essere notato dall’Atalanta.

Nei giorni scorsi sono state pubblicate molte attestazioni di stima e affetto come quella di Daniela Gasparini, ex sindaco di Cinisello: Caro Paolo eri una delle persone più gentili che ho conosciuto. Mancherai tantissimo a tutta la comunità Cinisellese. Gaetano ti sta aspettando anche per ringraziarti di non averlo mai dimenticato. A noi il compito di ricordarti anche insieme a lui. Condoglianze alla famiglia e vicinanza alla amata Serenissima“.

Commosso, domenica, anche il ricordo di Luca Ghezzi, ex vicesindaco della città e dal 2013 anche assessore allo Sport e alla Sicurezza : “Le prime ore della giornata domenicale ci hanno portato la triste notizia della morte di un uomo buono, mite, un riferimento per tutte le nuove generazioni: Paolo Scirea. Non era solo il fratello di Gaetano, compianto libero della nazionale mundial 82, era il presidente della Gsd Serenissima San Pio X.

Era l’infaticabile organizzatore e motivatore per più di trent’anni del Memorial Gaetano Scirea, una delle manifestazioni più importanti del panorama calcistico giovanile.
Faccio fatica a metabolizzare la sua scomparsa, a pensare che la nostra città abbia perduto una persona di cosi alto spessore morale.
Caro Paolo, ci mancherai ma ci accompagnerà sempre il tuo ricordo e il tuo esempio sarà sempre il nostro punto di riferimento. Ora vai Paolo nelle praterie celesti incontro a Gaetano e abbraccialo anche per noi! #paologaetano”
“Paolo, persona mite, gentile e molto stimata, aveva il compito di tenere viva la memoria del fratello – si legge nel messaggio dell’amministrazione comunale.”

Non possiamo dimenticare anche il nostro ricordo personale. Ci ha fatto apripista nel raccontare sul campo un’edizione del torneo. Lo intervistammo e lui ci parlò di Gaetano. Ci colpì la gentilezza e la semplicità del racconto. Parlava di un calcio genuino fondato su sani principi: la famiglia, le amicizie, quelle interminabili partite giocate sul campo dell’oratorio.

Sì, insomma, è stato “un grande uomo, testimone vero di come la fede semplice e genuina trasformi in profondità il cuore dell’uomo donandogli quella letizia che tutti cerchiamo.”

ARTICOLI CORRELATI