Dom. 23 Gen. 2022
HomeAppuntamentiCinisello Balsamo, al magistrato Nicola Gratteri la cittadinanza onoraria

Cinisello Balsamo, al magistrato Nicola Gratteri la cittadinanza onoraria

Da anni è impegnato contro la 'ndrangheta ed è costretto a vivere sotto scorta

Dopo le numerose iniziative messe in campo per affermare l’importanza del valore della legalità, tra cui gli incontri con diversi magistrati, i corsi rivolti agli studenti e l’intitolazione dell’Auditorium del Pertini alle figure simbolo della lotta antimafia Falcone e Borsellino, arriva la cittadinanza onoraria a Nicola Gratteri, magistrato impegnato contro la ‘ndrangheta dal 1989, che da 30 anni vive sotto scorta.

La proposta, in linea con i valori fondanti della città di Cinisello Balsamo, è del Consiglio Comunale, che lo scorso anno ha votato all’unanimità una mozione che ha impegnato la Giunta. La cerimonia di attribuzione della cittadinanza onoraria si svolgerà lunedì 6 dicembre 2021 alle ore 17.30 nell’aula Consigliare alla presenza dello stesso magistrato Gratteri e di una rappresentanza delle Forze dell’Ordine. Interverranno per un saluto il sindaco Giacomo Ghilardi, il Presidente del Consiglio Comunale Luca Papini, il vice presidente Maurizio Zinesi e Silvia Gissi, Presidente associazione “Peppino Impastato e Adriana Castelli”.

Nicola Gratteri, magistrato e saggista, dal 2016 ricopre il ruolo di Procuratore della Repubblica di Catanzaro. Attualmente è uno dei magistrati più conosciuti nella Direzione Antimafia anche grazie alla maxi operazione del 2019, da lui guidata, che ha permesso di smantellare le cosche di ‘ndrangheta del Vibonese, ricostruendo legami e affari tra imprenditoria, politica e massoneria deviata.

“Questo atto ha un significato forte, vuole confermare il fatto che la legalità è un patrimonio comune – ha commentato il sindaco Giacomo Ghilardi -. Con l’attribuzione della cittadinanza a Gratteri intendiamo riconoscere la professionalità di un magistrato in prima linea nella lotta contro la mafia, simbolo di un’Italia che, con dedizione e senso del dovere, si impegna nella ricerca della verità. Oltre ad esprimere piena solidarietà ad un uomo che vive costantemente minacciato a causa del suo lavoro contro i poteri criminali”.

L’evento è aperto alla cittadinanza previa registrazione sul sito istituzionale.

 

ARTICOLI CORRELATI