Sab. 16 Ott. 2021
HomeAppuntamentiCormano, ritorna il mercatino del sabato (riveduto e corretto)

Cormano, ritorna il mercatino del sabato (riveduto e corretto)

Riprenderà a settembre il tradizionale appuntamento che vedrà diverse sostanziali novità: cadenza quindicinale e meno espositori. Stop al fenomeno degli "spuntisti"

A Cormano sta per tornare il mercatino dell’usato del sabato, “un’iniziativa  – spiega una nota dell’Amministrazione – che da anni aveva acceso le discussioni politiche e le ultime campagne elettorali”.

“La giunta Magistro fin dal suo insediamento – prosegue il comunicato – ha lavorato con Pro Loco per cercare una modalità condivisa che riuscisse ad armonizzare la fattibilità dell’evento con le esigenze della cittadinanza in termini di vivibilità e controllo dell’area interessata; nel tempo infatti, la zona dove originariamente era stato stabilito si tenesse il mercatino si è trasformata e attualmente la presenza di insediamenti residenziali, la piscina e la rinnovata attività del centro sportivo comunale rendevano difficile la convivenza ed evidenziavano una serie di difficoltà che Magistro e la sua coalizione intendevano risolvere nel migliore dei modi.

La collaborazione con Pro Loco, franca e costruttiva, pur nell’inevitabile rallentamento dovuto alla pandemia e alle mutate priorità, ha tuttavia disegnato un nuovo progetto di mercatino rispettoso delle esigenze di tutti. L’amministrazione comunale ha offerto agli organizzatori la massima disponibilità a collaborare e a ricercare le soluzioni migliori, e dal canto suo Pro Loco ha convenuto che gli aspetti evidenziati in passato come critici potevano e dovevano essere migliorati con una ricaduta positiva anche sul lavoro della stessa associazione.

Riprenderà quindi – salvo modifiche alle normative Covid vigenti – con il secondo sabato di settembre il mercatino dell’usato del sabato, che vedrà diverse sostanziali novità.
Innanzitutto la cadenza, che non sarà più settimanale ma quindicinale (secondo e quarto sabato del mese, secondo un calendario che verrà reso disponibile), sempre nella zona di via Europa ma solo nel tratto finale verso la via Somalia. Proprio su via Somalia proseguirà il mercatino, liberando così totalmente l’area interna del centro sportivo e la zona di via Leopardi con la piscina e gli edifici residenziali.
Questa nuova disposizione è resa possibile anche da un’altra grande novità del mercatino, ovvero la significativa riduzione degli espositori: dai circa 280 delle ultime edizioni si passerà a 110 banchi, consentendo in questo modo un maggior controllo e garantendo una maggior qualità dell’offerta.

A questo proposito un’altra modifica sostanziale è quella che riguarda i cosiddetti “spuntisti”, ovvero coloro che con il precedente regolamento si recavano presso l’area di via Europa il più presto possibile al mattino (fino ad arrivare ai casi-limite di espositori accampati fin dalla notte o dalla sera prima) per poter subentrare a eventuali rinunce che si fossero palesate al momento dell’apertura del mercatino. Questa procedura non sarà più consentita, non verranno assegnati posti se non a chi conferma la prenotazione il venerdì precedente, pertanto quello che si era ormai trasformato in un frequente elemento di disturbo viene a mancare.

Gli orari, a questo proposito, saranno un altro punto su cui la nuova convenzione pone l’accento: l’attività del mercatino si svolgerà tra le 6.30 e le 13.30 per consentire poi la pulizia e per fare in modo che le attività pomeridiane del polo sportivo godano di maggior libertà di movimento.

Sul rispetto delle regole vigilerà, oltre a Pro Loco con i suoi volontari e la presenza preziosa di ANC Cormano, anche la Polizia Locale che grazie al nuovo assetto potrà svolgere con efficienza il proprio compito di tutela e verifica.

L’amministrazione comunale e Pro Loco hanno convenuto sul fatto che il mercatino sia una occasione da gestire al meglio, anche apprezzata dagli appassionati del genere, e le necessarie revisioni al regolamento hanno tenuto conto delle esigenze e delle mutate condizioni rispetto all’edizione originale, partita nel 1997 e nel tempo modificatasi in modo non più adeguato”.

Ed ecco il pensiero del sindaco Magistro: “Sono soddisfatto del lavoro che abbiamo fatto con Pro Loco: il confronto con Carlo Venturini (presidente Pro Loco) è stato fin da subito onesto e improntato alla massima collaborazione e tutte le persone che si sono adoperate per arrivare a questa nuova modalità – dagli assessori agli uffici comunali ai collaboratori volontari dell’associazione – si sono impegnate per riuscire a risolvere le criticità che avevamo da anni segnalato. Non abbiamo mai avuto intenzione di distruggere il mercatino, come qualcuno insinua per polemica politica, ma abbiamo sempre sostenuto la necessità di riqualificarlo e riportarlo alla dignità di un evento piacevole per gli appassionati del settore vintage e bric-à-brac evitando gli errori che avevano creato occasioni di degrado urbano e talvolta purtroppo anche casi di violazione della legalità.

Con il presidente Venturini abbiamo trovato il modo di conciliare posizioni a volte anche molto distanti ma ci ha aiutato un obiettivo comune: lavorare bene per il bene della comunità.

Speriamo di riuscire a partire davvero a settembre: eravamo già pronti lo scorso novembre, poi la recrudescenza della pandemia ci ha fermato, ma ora che ormai l’80% e oltre dei nostri cittadini ha ricevuto almeno la prima dose di vaccino e la situazione sanitaria sembra conoscere carichi più gestibili, confidiamo che si possa salutare tra poco la prima edizione del “nuovo” Mercatino dell’Usato di Cormano, e che diventi per la nostra città qualcosa di attrattivo. Grazie a Pro Loco lavorando insieme, mantenendo costanti l’attenzione e la volontà di perseguire obiettivi comuni, siamo sicuri di poter ridare nuova vita anche a questa iniziativa.”

ARTICOLI CORRELATI