Lun. 21 Giu. 2021
HomeAttualitàLa Lombardia pensa alla bici: 22 progetti entro il 2022 per ampliare...

La Lombardia pensa alla bici: 22 progetti entro il 2022 per ampliare i percorsi ciclabili

[textmarker color=”ff69b4″] ASPETTANDO IL GIRO D’ITALIA [/textmarker] Forse non c’era miglior modo di annunciare il nostro speciale dedicato al Giro d’Italia on line da lunedì 24 maggio, che darvi questa notizia: la Lombardia pensa seriamente alla bici. Certo, molte cose sono ancora da fare per migliorare la vita di chi usa il mezzo a due ruote, ma i provvedimenti intrapresi vanno nella direzione giusta: 60 Km di nuovi percorsi ciclabili di interesse regionale e oltre 110 Km di nuovi percorsi ciclabili locali grazie ai 20 milioni di euro a fondo perduto della Programmazione Comunitaria 2014-2020, per un totale di 22 progetti.

Ciclabili di Lombardia

Il costo complessivo dei progetti ammonta a oltre 32 milioni di euro (di cui 12 stanziati dagli Enti beneficiari). Obiettivo dell’iniziativa è quello di completare i percorsi del Piano Regionale della Mobilità Ciclistica, approvato nel 2014, attraverso la realizzazione o il completamento di tratti della rete ciclabile regionale e la sua connessione con le reti locali e con la rete del trasporto pubblico per favorire l’intermodalità bicicletta – treno e bicicletta – trasporto pubblico.

A oggi, 21 progetti (per 39 appalti totali) sono stati avviati, 9 sono stati completamente conclusi e collaudati (Cassina de Pecchi, Cinisello Balsamo, Cologno Monzese, Cremona, Inveruno, Parabiago, Parco del Mincio, Varese, Voghera), 3 progetti sono giunti alla fine dei lavori (Monza, san Donato Milanese, Sondrio). Inoltre, dei restanti 9 progetti in corso (Assago, Binasco, Brescia, Lodi, Melegnano, Parco del Ticino, Rho, Bergamo, Garbagnate Milanese): 7 appalti sono arrivati al collaudo e 10 appalti hanno in corso i lavori.

Sono state realizzate e finanziate, inoltre, 4 nuove velostazioni rispettivamente a Cassina de’ Pecchi presso la fermata della metropolitana M2 (60 posti bici), presso le stazioni ferroviarie di Casbeno e Varese (180 posti) e nelle vicinanze della stazione ferroviaria di Parabiago (48 posti).

Nel nostro speciale offriremo un assaggio di come l’uso della bici possa essere un modo intelligente – nel nostro territorio –  per spostarsi senza inquinare, fare sport divertendosi. La bici è uno strumento per esplorare il nostro territorio e un mezzo per stare meglio.

 

 

ARTICOLI CORRELATI