AMF - FARMACIE COMUNALI sharebot_monza
sharebot_monza
UNIABITA DAL 23/10/2020 MC DONALD\\\\\\\'S DAL 19 FEBBRAIO PROFESSIONE CASA SALA Assicurazioni Cinifabrique FARMACIA RISORGIMENTO TAMPONI NORDMILANOAMBIENTE ANFFAS

Nordmilano24

News

La stimolazione magnetica transcranica per uscire dalla cocaina

La stimolazione magnetica transcranica per uscire dalla cocaina
maggio 04
08:20 2021

La dipendenza da cocaina e da sostanze stupefacenti si sta diffondendo in maniera sempre più preoccupante anche tra i più giovani. Il desiderio di essere accettati in un gruppo o la necessità di superare delle situazioni di disagio personale possono portare anche i minori di 13 anni ad assumere la cocaina, complice la facilità con cui può essere reperita. Quando l’utilizzo di questa sostanza sfocia nella dipendenza è fondamentale trovare una soluzione efficace per poter riprendere in mano la propria vita.

L’inefficacia delle cure tradizionali

Per uscire dalla cocaina, usualmente, vengono suggerite cure palliative o che intervengono sui sintomi e che spesso si rivelano efficaci a causa della loro intrinseca natura. In particolare, tra i principali limiti delle cure tradizionali, ci sono:

  • permanenza nelle comunità di recupero: sebbene per uscire dal tunnel della dipendenza sia spesso utile cambiare radicalmente le proprie abitudini, le frequentazioni e gli ambienti frequentati, tuttavia questo non sempre si rivela utile. Infatti, non appena la persona ritorna nell’ambiente che lo ha portato alla dipendenza stessa, potrebbe riprendere con facilità i vizi passati. Inoltre, lo sradicamento dalla famiglia e la vita in comunità all’interno di centri di recupero possono comportare delle problematiche di tipo psicologico nei soggetti dipendenti da cocaina (che già si trovano in uno stato di estrema fragilità emotiva).

  • cure farmacologiche: la somministrazione di farmaci nei dipendenti da cocaina comporta, semplicemente, la scomparsa del sintomo senza che questi possano intervenire direttamente sull’origine del problema. Inoltre, la terapia farmacologia può comportare degli effetti collaterali potenzialmente invalidanti per chi li assume.

  • trattamenti dolorosi: uscire dalla cocaina viene spesso associato a momenti profonda disperazione e dolore dovuto alle crisi di astinenza che devono essere attraversate da chi si sta disintossicando. Questo si rivela particolarmente vero quando la persona si trova all’interno di centri di disintossicazione o case di cura.

La stimolazione magnetica transcranica (rTMS)

La stimolazione magnetica transcranica ripetitiva (rTMS) è un metodo innovativo al trattamento delle dipendenze e di alcune gravi patologie. Riconosciuta dalla CE, la rTMS basa il proprio funzionamento sulla creazione di un campo magnetico controllato intorno alla zona cerebrale nella quale risiede l’origine della patologia o del problema. Il protocollo operativo prevede l’applicazione di apposite bobine da parte di personale medico specializzato intorno alla zona interessata per poter ripristinare la condizione pre-patologica. La stimolazione magnetica transcranica si rivela particolarmente efficace nel trattamento delle dipendenze (dipendenza da cocaina, da gioco, dipendenza da alcool e farmaci), ma anche di alcune problematiche come l’ansia e il panico. Da non sottovalutare il notevole miglioramento nei pazienti affetti da Alzheimer e in fase riabilitativa post ictus. Tra i fattori che portano a scegliere di sottoporsi ad un ciclo di sedute di rTMS ci sono:

  • day hospital: le sedute avvengono senza la necessità che la persona venga ricoverata o permanga per lunghi periodi all’interno della struttura sanitaria all’interno della quale viene eseguito il trattamento stesso. Al termine dell’appuntamento, il soggetto può tornare alle proprie mansioni quotidiane senza che la rTMS abbia interferito con esse.

  • indolore: la rTMS crea un campo elettromagnetico in maniera del tutto indolore. A titolo esemplificativo, la situazione nella quale si trovano i pazienti durante la seduta è molto simile a quella di una qualsiasi visita specialistica.

  • non utilizza farmaci: la totale assenza di un supporto farmacologico nelle dipendenze non solo esclude significativamente la comparsa di effetti collaterali, ma consente di mantenere la persona sempre lucida e presente a sé stessa.

  • interviene direttamente sulla causa: il personale medico preposto applica delle bobine all’inizio del trattamento intorno alla zona nella quale si trova l’origine del problema. In questo modo è possibile intervenire direttamente sulla causa del problema, invece di curare solo il sintomo.

rTMS Italia ti aiuta ad uscire dalla dipendenza da cocaina

rTMS Italia, con i suoi tre centri dislocati nel nostro Paese a Milano, Roma e Cagliari, costituisce una delle eccellenze italiane nel trattamento delle dipendenze da cocaina. L’utilizzo di strumentazione all’avanguardia utilizzato da personale qualificato e certificato CE, rendono rTMS Italia un punto di riferimento per tutti coloro che cercano un trattamento efficace, indolore e senza la necessità di ricovero.

La stimolazione magnetica transcranica praticata nei centri ha migliorato la vita di chi voleva uscire dalla cocaina ma non sapeva come fare.

La stimolazione magnetica transcranica per uscire dalla cocaina - overview

Sommario: La stimolazione magnetica transscranica per uscire dalla cocaina

Tags
Share

Autore

Redazione

Redazione

Nordmilano24.it è il portale d'informazione di riferimento per il territorio della fascia nord di Milano

Articoli Correlati

COMMENTI

0 Commenti

Non ci sono ancora commenti!

Non ci sono ancora commenti, vuoi aggiungerne uno?

Scrivi commento

Scrivi Commento

La tua E-mail non verrà pubblicata.
*Campi obbligatori *

Newsletter

Leggi l'informativa privacy

SEGUI NORDMILANO24

  • Facebook
  • Instagram
  • Twitter
  • YouTube