Lun. 27 Set. 2021
HomeAltroCinisello Balsamo, S. Eusebio: maxi retata della Polizia, 12 arresti e 10...

Cinisello Balsamo, S. Eusebio: maxi retata della Polizia, 12 arresti e 10 kg di coca sequestrati

12 arresti e 10 kg di cocaina sequestrati è l’esito della maxi-operazione antidroga che è stata messa a segno stamane all’alba nei “Palazzi” di Sant’Eusebio dalla Polizia di Stato di Milano con il coordinamento della Direzione Distrettuale Antimafia.
Elicotteri e pattuglie della Polizia hanno svegliato, attorno alle 6 di questa mattina, gli abitanti del quartiere di Cinisello Balsamo con l’obiettivo di sgominare i traffici di droga che vengono gestiti nella zona, da sempre attenzionata dalle Forze dell’Ordine e frequentemente al centro di operazioni analoghe. Numerose le perquisizioni effettuate dagli agenti, che hanno permesso di portare alla luce la solida struttura dell’organizzazione criminale che gestisce lo spaccio a Sant’Eusebio e trarre in arresto 12 persone, tra le quali diversi elementi di spicco delle famiglie che nel quartiere governano il traffico di stupefacenti e del gruppo di fornitori albanesi responsabili delle importazioni di droga dall’Olanda.
Al centro del blitz le ordinanze di arresto che sono emerse in due distinte indagini: la prima condotta a livello locale dal commissariato di Cinisello Balsamo e la seconda direttamente dalla Direzione Distrettuale Antimafia, che ha ricostruito l’origine e il tragitto compiuto dalla droga che aveva il suo centro di diffusione proprio a Sant’Eusebio. Nel corso dell’indagine, l’organizzazione criminale ha dimostrato di avere una struttura ben organizzata per favorire il commercio di droga no stop h 24 all’interno dell’agglomerato di case popolari, tra i cortili degli stabili ricompresi nel quadrilatero tra le vie Cilea, A. Da Giussano, Risorgimento e Giolitti, costituita da diversi soggetti “impiegati” in vere e proprie “turnazioni” per lo smercio della droga, per il deposito dei proventi dello spaccio, per la custodia, il confezionamento della droga e con il ruolo di “vedette”, finalizzato a monitorare l’eventuale arrivo di persone sospette o di pattuglie delle Forze dell’Ordine.
A darne notizia è il sindaco Giacomo Ghilardi che ha seguito da vicino l’operazione: “Un altro duro colpo è stato inflitto alla criminalità che da oltre 30 anni traffica e fa affari in questo quartiere, frutto di un impegnativo lavoro e di un anno e mezzo di presidio costante da parte delle Forze dell’Ordine. Siamo di fronte ad una tra le operazioni più significative, anche se ogni singolo arresto dei precedenti è stato determinate per arrivare a questo risultato”. La sola polizia di Cinisello Balsamo, nei primi due mesi dell’anno aveva già eseguito 21 arresti in flagranza: “Non consideriamo chiuso il lavoro – conclude il sindaco – c’è ancora da fare per ripristinare la legalità tra i residenti per bene di questo quartiere che meritano giustizia e libertà”.

ARTICOLI CORRELATI