Cinifabrique ANFFAS sharebot_monza
sharebot_monza
MCDONALD\'S
MCDONALD\'S
NMA feb2018 AMF - FARMACIE COMUNALI 1 SALA ASSICURAZIONI PROFESSIONE CASA

Nordmilano24

News

Dialoghi del Nord Milano: passare dal concetto di rete a quello di comunità. Le sfide del Nord Milano

Dialoghi del Nord Milano: passare dal concetto di rete a quello di comunità. Le sfide del Nord Milano
febbraio 03
12:18 2020

DIALOGHIDELNORDMILANO – Fare rete per raggiungere un’identità comune, questa la parola d’ordine emersa dal primo convegno organizzato dalla nostra testata, che ha visto protagonisti a Villa Ghirlanda i Sindaci del Nord Milano, per la prima volta attorno allo stesso tavolo a confrontarsi sulle sfide del prossimo futuro che coinvolgeranno il territorio.

Uno sguardo ampio sull’orizzonte, una prospettiva che ha tenuto insieme alcuni elementi strategici che emergono sullo scenario dei territori in modo sempre più incalzante, dall’economia civile inscindibilmente legata a quella circolare, fino alla riqualificazione urbana di territori in evoluzione – tra dismissione e riconversioni di grandi aree – che non può non tener conto anche del tema dei trasporti e del rapporto milanocentrico con il capoluogo.

Il Nord Milano come opportunità, è uno degli spunti emersi dal dialogo fra gli Amministratori locali, che non si discosta da come storicamente è stato concepito questo territorio e si è poi sviluppato nell’epoca delle grandi trasformazioni industriali, dove la produttività ha costituito la cifra dell’area nordmilanese. Un sistema industriale che ha saputo costruire la connessione tra i territori ma che ora non corrisponde più alla realtà, che vede invece grandi aree urbane dismesse da riconvertire e l’affermarsi di nuovi modelli sociali.

Il grande interrogativo che mette sul tavolo Paolo Mazzoleni, Presidente dell’Ordine degli architetti di Milano, è come rispondere a questa nuova sfida. La parola d’ordine è “Liberare il suolo e connettere alle reti”, in modo organico e strutturato, con una pianificazione ragionata che lavori anche sulla qualità urbana sostenibile “una sfida difficile – ha sottolineato – perché non è subito premiante dal punto di vista del ritorno elettorale”.

Ed è qui che intervengono gli Amministratori, protagonisti diretti delle trasformazioni di un territorio con peculiarità differenti ma al contempo portavoce di esigenze trasversali.

I Sindaci presenti, ad eccezione di Roberto di Stefano di Sesto San Giovanni assente per motivi di salute, si sono trovati d’accordo sulla necessità di fare rete e condividere le esigenze concrete che li accomunano – a prescindere dalle reciproche appartenenze politiche – suggerendo una vera e propria cabina di regia, una sorta di tavolo permanente che lavori sulle difficoltà dei territori e sulle strategie comuni utili alla pianificazione delle azioni future.

Una collaborazione più strutturata, come di fatto già accade tra alcuni Comuni su temi specifici. Un esempio è la riconversione del forno inceneritore di Cologno Monzese, sulla quale è in atto un progetto condiviso che coinvolge tra gli altri anche il Comune di Sesto San Giovanni, in grado di coniugare tutela ambientale e sviluppo economico.

Buone prassi già in atto e altre da costruire col tempo, la volontà – è certo – non manca da parte degli Amministratori, che però poco possono senza il necessario intervento di Regione Lombardia e Città Metropolitana, a supporto della rete fra Comuni nell’indirizzo delle scelte.

I tempi non saranno brevi, ma qualcosa si muove, nuove leggi regionali in tema di occupazione del suolo, piani di governo del territorio comunali che si modificano secondo le necessità emergenti, sono passi necessari per attivare una rigenerazione territoriale lasciata per troppi anni nel limbo dell’immobilismo politico e burocratico. Con i nuovi cantieri della grande industria farmaceutica Zambon di Bresso si profila un distretto di Life Science improntato alla ricerca che troverà il naturale collegamento con la nuova città della Ricerca e della Salute di Sesto San Giovanni.

Il nord Milano sta gettando le basi per costruire un’identità, l’ottica è quella di strutturarsi superando il concetto fluido di rete per passare a quello di comunità, un passaggio fondamentale per non subire le scelte di Milano e giocare la partita da protagonista.

Questo è solo il primo appuntamento organizzato dalla nostra testata. Ci ritroveremo ancora fra circa sei mesi, a raccontarci delle questioni che ci stanno più a cuore sul nostro territorio.

Vai alle Gallery dell’evento di sabato.

 

 

 

 

 

 

Dialoghi del Nord Milano: passare dal concetto di rete a quello di comunità. Le sfide del Nord Milano - overview

Sommario: Dialoghi del Nord Milano: passare dal concetto di rete a quello di comunità. Le sfide del Nord Milano

Share

Autore

Micol Mule

Micol Mule

Articoli Correlati

COMMENTI

0 Commenti

Non ci sono ancora commenti!

Non ci sono ancora commenti, vuoi aggiungerne uno?

Scrivi commento

Scrivi Commento

La tua E-mail non verrà pubblicata.
*Campi obbligatori *

Newsletter

Leggi l'informativa privacy

SEGUI NORDMILANO24

  • Facebook
  • Instagram
  • Twitter
  • YouTube