Mar. 29 Nov. 2022
HomeAttualitàCinisello, l'avviso funebre dei dipendenti comunali: morti "ascolto e confronto"

Cinisello, l’avviso funebre dei dipendenti comunali: morti “ascolto e confronto”

[textmarker color=”E63631″]CINISELLO BALSAMO[/textmarker] – Un avviso funebre in cui si annuncia la morte di “ascolto e confronto”. E’ la nuova mossa della Rsu dei dipendenti comunali di Cinisello Balsamo, dopo la chiusura da parte del sindaco e della giunta circa la decisione di esternalizzare il nido Il Girasole, cedendo il servizio a Ipis.

“I dipendenti del Comune di Cinisello Balsamo annunciano la prematura scomparsa di ascolto e confronto”, si legge sul manifesto funerario che è comparso nel parcheggio del Palazzetto dello Sport, a due passi dagli uffici comunali del Municipio.

Domani è in programma una nuova assemblea sindacale. I lavoratori pubblici sono ancora in agitazione e stanno meditando nuove forme di protesta dopo quella inscenata davanti al nido di viale Abruzzi. Non è escluso che si arrivi allo sciopero generale.

La protesta dei lavoratori dell’ente ha incontrato il nuovo sostegno de La Città Giusta: “Ci uniamo al cordoglio per la prematura scomparsa di ascolto e dialogo in città. Anzi no.
Ci uniamo all’incazzatura delle lavoratrici e dei lavoratori di Cinisello Balsamo, delle cittadine e dei cittadini, delle mamma e dei papà, dei bimbi, dei vigili e chiediamo insieme a tutte e tutti loro una (ri)apertura del confronto. Non ci arrenderemo al sindaco sceriffo che comanda e ai suoi fans che acriticamente lo spalleggiano”.

ARTICOLI CORRELATI