Ven. 28 Gen. 2022
HomeCormanoCormano, Alparone e Sardone contro il mercatino dell'usato: "Suk dell'illegalità"

Cormano, Alparone e Sardone contro il mercatino dell’usato: “Suk dell’illegalità”

[textmarker color=”E63631″]CORMANO[/textmarker] – Il suk dell’illegalità. Così i consiglieri regionali Marco Alparone (Forza Italia, ex sindaco di Paderno Dugnano) e Silvia Sardone (Gruppo misto, compagna del sindaco di Sesto Roberto Di Stefano) hanno ribattezzato il mercatino dell’usato di Cormano: i due politici hanno visitato il mercatino di corso Europa sabato mattina, e hanno poi rilasciato alcune dichiarazioni su Affari Italiani, puntando il dito contro l’amministrazione di Cormano e il sindaco Cocca, colpevole di non far rispettare le regole.

Si riaccende così la miccia della discussione attorno al mercatino cormanese, uno dei più frequentati di tutto l’hinterland di Milano, quello che si svolge il sabato mattina nel centro sportivo Falcone e Borsellino. “Il paradosso più evidente di questo Suk a cielo aperto è il luogo dove si trova, il centro sportivo Falcone e Borsellino. Due simboli della legalità per un mercato che ha ben poco di legale. Le violazioni alle regole sono numerose ed evidenti. Sono tantissime le bancarelle, spesso gestite da stranieri, che espongono merce di dubbia provenienza, probabilmente rubata, come attrezzi da cantiere, parti di auto, telefoni, televisori, biciclette in quantità, profumi. Non mancano anche le rivendite di abiti e scarpe contraffatte. Una situazione che va assolutamente riportata nell’alveo della legalità visto che i cittadini sono esasperati da questa situazione di abusivismo, dal parcheggio selvaggio, dagli affari che si tengono anche in piena notte. Non si può consentire questo spettacolo di illegalità sotto gli occhi di tutti”, le parole di Alparone e Sardone raccolte da Affari Italiani.

I due consiglieri regionali hanno promesso un intervento in Regione e la segnalazione a livello del consiglio lombardo. Alparone e Sardone sono stati accompagnati nella loro visita da diversi esponenti del centrodestra cormanese. Che hanno a loro volta rilasciato alcune dichiarazioni: “Questo mercato è l’immagine di una Cormano senza regole e ormai sempre più preda del degrado. Cormano merita di meglio e una svolta, a partire da questa area”.

CLICCATE QUI PER LEGGERE TUTTO L’ARTICOLO

ARTICOLI CORRELATI