Gio. 19 Mag. 2022
HomeAttualitàAumenti Atm da marzo. Ma arriva il "biglietto unico" per l'hinterland

Aumenti Atm da marzo. Ma arriva il “biglietto unico” per l’hinterland

[textmarker color=”E63631″]NORDMILANO[/textmarker] – La giunta di Beppe Sala, sindaco di Milano, ha confermato l’aumento del biglietto Atm urbano, da 1,50 a 2 euro. Ieri l’assessore Marco Granelli ha presentato la proposta al comitato tecnico dell’Agenzia di Bacino di Città Metropolitana di Milano, Monza e Brianza, Lodi e Pavia.

Come si legge sui principali quotidiani, “le nuove tariffe non entreranno in vigore prima di marzo 2019 perché solo per allora si potrà avviare la bigliettazione elettronica e la riforma dei criteri in base ai quali calibrare le tariffe in tutta  l’area metropolitana”, si legge su Il Giorno. “Il prezzo del biglietto singolo passa da 1,5 a 2 euro, per un aumento del 33%, ma la nuova tariffa sarà valida sia a Milano città sia nei Comuni della prima fascia dell’hinterland nonché a Cinisello Balsamo”, riporta ancora il quotidiano meneghino, confermando quanto detto dalla Trezzi su Cinisello giorni fa.

Una rivoluzione attesa da tempo dai cittadini dell’hinterland, soprattutto da quelli del Nordmilano. “L’idea, ora decisamente più concreta del solito, è rimpiazzare l’attuale sistema tariffario (il Sitam) con un sistema a cerchi concentrici o a corone. Milano, Pavia e Lodi saranno ognuno l’epicentro di un sistema di corone. E le corone saranno 7 in tutto. Gli scatti di tariffa avverranno ogni volta che da una corona si entra in un’altra. Ma per il capoluogo lombardo si farà un’eccezione. Le due corone di Milano città e la corona dei Comuni della prima fascia dell’hinterland dal punto di vista tariffario saranno in parte unite. Dentro le tre corone che da fine marzo costituiranno l’area della Grande Milano il costo del biglietto singolo Atm sarà omogeneo (2 euro)”, si legge ancora su Il Giorno.

ARTICOLI CORRELATI