Mar. 26 Ott. 2021
HomeBressoLegionella, c'é anche chi l'attribuisce agli immigrati... e viene deriso

Legionella, c’é anche chi l’attribuisce agli immigrati… e viene deriso

[textmarker color=”E63631″]BRESSO[/textmarker] – In un mondo dominato dalle fake news e dalle sparate dei politici non poteva mancare anche un episodio legato all’emergenza legionella. Ci ha pensato un consigliere regionale della Lega Nord che pochi giorni fra in aula al Pirellone ha chiesto ricerche estese “a 365 gradi”, sostenendo che la legionella “era la malattia dei Legionari” che “non hanno mai operato in Scandinavia o in Nord Tirolo” ma “in altre parti del mondo”, lasciando intendere l’Africa.

Parole del consigliere lombardo della Lega Marco Maria Mariani, che si riferiva dell’epidemia che si è diffusa in Lombardia a partire dallo scorso luglio a Bresso. La teoria di Mariani, definita nella replica del consigliere di Più Europa Michele Usuelli “suggestione imprecisa e effettivamente un po’ razzista”, è rimbalzata ora sui social diventando virale.

La risposta di Usuelli, che è medico, non ha tardato ad arrivare: “Temo che la sua suggestione sia imprecisa e effettivamente un pò razzista nel senso che la malattia dei legionari – ha spiegato Usuelli – prende il suo nome, non perché i legionari lavoravano in Africa, ma perché in un convegno di legionari in America (Philadelphia, ndr.), a causa dei condizionatori dell’aria non ben puliti si è registrata un’epidemia con dei morti”. “Quindi vorrei consigliare di far risparmiare soldi in Regione Lombardia. Non c’è bisogno, proprio storicamente, di fare indagini a migranti sulla legionella, se è questo che intendeva il consigliere Mariani”.

ARTICOLI CORRELATI