Gio. 06 Ott. 2022
HomeAttualitàSesto, il Comune chiede fondi per le scuole Don Milani, Marzabotto e...

Sesto, il Comune chiede fondi per le scuole Don Milani, Marzabotto e Forlanini

[textmarker color=”E63631″]SESTO SAN GIOVANNI[/textmarker] – Con decreto regionale nr.10923 del 25.07.2018, il Comune di Sesto San Giovanni è stato ammesso nella graduatoria degli enti assoggettabili a finanziamento partecipativo per l’efficientamento energetico e la messa in sicurezza statica dei tre edifici scolastici Don Milani, Marzabotto e Forlanini.

“La finalità dell’intervento riguarda anche l’adeguamento generale degli edifici, vista anche la vetustà degli stessi. Per tutte e tre le scuole la giunta oltre ad aver deliberato l’approvazione dei progetti di fattibilità tecnica ed economica per l’accesso al contributo regionale, ha già approvato l’impegno di spesa in entrata ed uscite relativamente le coperture economiche”, dicono dal Comune di Sesto.

Complessivamente l’intervento ammonta sul 2019-2020 a 8.165.381 euro (compresi oneri accessori ed iva) di cui la voce di compartecipazione finanziaria di Regione ammonta a 6.532.304 euro e quella residua a carico del Comune a 1.633.077 euro. Le graduatorie cosi formate verranno trasmesse al ministero delle Infrastrutture per il materiale inserimento della voce nella programmazione nazionale del triennio 2018-2020.

“Con grande attenzione e con una programmazione intelligente sui progetti da presentare – commenta il Sindaco Roberto Di Stefano – siamo riusciti a preparare la documentazione necessaria per partecipare al bando. Ora con soddisfazione apprendiamo di essere stati ammessi nella graduatoria finale finanziata. Un sentito ringraziamento agli uffici, all’architetto Di Giorgio responsabile del settore e all’assessore Lamiranda che tanto si è impegnato su questo piano. Ancora una volta questo bando dimostra come la programmazione degli interventi su tutti gli edifici pubblici non sia più procrastinabile. Avere sempre pronto un progetto nel cassetto agevolerà, in futuro, la partecipazione a qualsiasi tipo di bando regionale o nazionale. Adesso attendiamo fiduciosi il cofinanziamento da parte del Governo per partire con i lavori già nel 2019 sulla Don Milani”.

 

ARTICOLI CORRELATI