Mer. 17 Apr. 2024
HomeAttualitàSesto, reati in calo. Di Stefano: "Con noi la città è più...

Sesto, reati in calo. Di Stefano: “Con noi la città è più sicura”

[textmarker color=”E63631″]SESTO SAN GIOVANNI[/textmarker] – La giunta di Sesto San Giovanni, sotto attacco da più fronti, risponde alle accuse puntando ancora sul tema sicurezza. Oggi sono stati presentati, alla presenza del sindaco Roberto Di Stefano, dell’assessore alla Sicurezza Claudio D’Amico e del comandante della polizia locale Pietro Curcio, i dati sul confronto dell’attività operativa delle forze dell’ordine nel primo quadrimestre del 2018 rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

Quello che emerge è che Sesto è una città più sicura: “In particolare per quanto riguarda i dati che provengono dalla Questura sull’attività delle forze dell’ordine (quadrimestre gennaio-aprile) si nota un complessivo calo dei reati del 17%”, si legge nella nota diffusa dal Comune di Sesto. Nello specifico calano i furti (-25%), con un netto calo dei furti con destrezza (-20%), furti in abitazione (-12%) e furti su auto in sosta (-30%). Scendono anche le rapine (-36%) e le violenze sessuali (-50%). In tutto sono stati 2.773 i soggetti controllati nel quadrimestre, 101 denunciati e 25 arrestati. Nei servizi straordinari di controllo del territorio sono state identificate 514 persone e 469 veicoli.

Per quanto riguarda l’attività operativa della polizia locale, nel periodo gennaio-maggio sono aumentate le persone controllate e identificate (+32%), le persone denunciate all’autorità giudiziaria (+178%), le persone arrestate (+120%), i documenti ritirati (+114%). Ottimi anche i risultati sui servizi di pronto intervento (+4%), sul numero di incidenti stradali (-22%) e sui servizi coordinati con le altre forze dell’ordine (+13%). Sesto San Giovanni detiene il record nazionale di allontanamenti, in base al decreto sulla sicurezza urbana, con ben 287 allontanamenti.

“I dati – commenta il sindaco Roberto Di Stefano – evidenziano una svolta sui numeri dei reati e il controllo del territorio. Da quando ci siamo insediati abbiamo voluto imprimere un cambio di marcia sul tema della sicurezza. In passato, con la sinistra, la sicurezza veniva vissuta quasi come un fastidio e i cittadini venivano considerati dei visionari quando denunciavano situazioni di degrado e delinquenza. La diminuzione di furti e rapine è particolarmente significativa perché sono i reati che più colpiscono i cittadini. L’attività della polizia locale evidenzia numeri importanti nell’aumento dei controlli, delle denunce e degli arresti. E’ cambiata la prospettiva nel lavoro della polizia locale che ora è protagonista anche sulla sicurezza e non solo sulle sanzioni come in passato, senza perdere assolutamente di vista il tema della sicurezza stradale. La strada presa è sicuramente quella auspicata dai cittadini, siamo consapevoli che non tutto è risolto ma i numeri vanno nella direzione giusta di maggior presenza sul territorio”.

“I numeri – commenta l’assessore alla Sicurezza Claudio D’Amico – descrivono un significativo miglioramento dei dati dei reati e un aumento considerevole dei controlli. Nonostante l’organico sia ridotto del 20%, è sotto gli occhi di tutti l’attività della polizia locale con un’operatività sulla sicurezza con numeri eccezionali. Il record di allontanamenti ha sicuramente contribuito al miglioramento dei dati complessivi perché abbiamo allontanato soggetti con passato criminale o comunque più a rischio di commettere reati nel nostro comune. Siamo contenti di essere un modello a livello nazionale, se c’è la volontà politica si possono raggiungere ottimi risultati. Speriamo che il nostro ottimo lavoro a livello locale sia utile per una collaborazione con il nuovo governo, con il Ministro Salvini che ha già dato dimostrazione del suo impegno e della sua attenzione in tal senso e sicuramente ci verrà incontro per rispondere alle esigenze del territorio”.

 

 

 

ARTICOLI CORRELATI