Dom. 23 Gen. 2022
HomeCronacaSesto, maltrattamenti in famiglia, un arresto e un allontanamento

Sesto, maltrattamenti in famiglia, un arresto e un allontanamento

[textmarker color=”E63631″]NORDMILANO[/textmarker] – Un marito e padre di due figli arrestato ed un altro marito allontanato da casa. Due casi terribili di maltrattamenti in famiglia sono stati portati alla luce dalla squadra dell’ufficio Reati contro la Persona della Sezione Polizia Anticrimine del commissariato di Sesto San Giovanni.

L’Ordine di Custodia cautelare in carcere emesso dalla Tribunale di Monza riguarda un uomo di nazionalità ucraina, del 1980, già conosciuto alle forze dell’ordine per altri reati che nel marzo scorso si era reso responsabile di atti di violenza nei confronti della moglie, di due anni più giovane. Atti consumati dinanzi ai figli minori. Mentre la polizia era in casa, uno dei figli di soli 6 anni aveva disegnato su un foglio un supereroe che con due accette decapitava una persona. Un disegno esplicito che ha preoccupato gli agenti, al quale ha fatto seguito una frase del bambino: Litigano sempre… lui fa piangere sempre mammae io non lo voglio più a casa”.

La donna aveva di non essersi mai rivolta alla Polizia e agli ospedali per le cure mediche, al fine di “non lasciare traccia” e non incrementare la violenza del suo aguzzino. Gli operanti riuscivano immediatamente ad assicurare alla donna e ai due minori un ricovero in una comunità per le vittime della violenza ed in seguito a svolgere gli accertamenti necessari. Ora l’uomo è stato arrestato e portato in carcere a Monza.

Nella stessa giornata del 22 maggio, gli stessi operatori dei Reati contro la Persona della Sezione Polizia Anticrimine di Sesto, hanno “allontanato dalla casa familiare un uomo di 46 anni, accusato di maltrattamenti in famiglia a carico della moglie e della figlia di lei, entrambe di origini albanesi.

Le donne avevano richiesto aiuto a seguito dell’ennesima aggressione subita all’interno delle mura domestiche da parte del marito. Dall’anno 2011, e sino all’intervento della polizia, sono ricorse innumerevoli volte alle cure del pronto soccorso a seguito della violenza dell’uomo.

ARTICOLI CORRELATI