Dom. 05 Feb. 2023
HomeCinisello BalsamoCinisello, c'è la conferma da Roma: Zinesi è il candidato sindaco del...

Cinisello, c’è la conferma da Roma: Zinesi è il candidato sindaco del M5S

[textmarker color=”E63631″]CINISELLO BALSAMO[/textmarker] – E’ arrivata la conferma e l’ufficializzazione da parte del direttivo centrale: il candidato sindaco del Movimento 5 Stelle alle prossime elezioni a Cinisello Balsamo sarà Maurizio Zinesi. In queste ultime ore l’organismo centrale del M5S ha dato il suo benestare e c’è l’autorizzazione per il movimento cinisellese a utilizzare il simbolo grillino.

Zinesi è stato scelto in seconda battuta dagli attivisti di Cinisello: in prima istanza il movimento aveva optato per Roberto Maria Bacci ma una norma del M5S impediva al postino di candidarsi a sindaco, dato che ci aveva già provato con una lista civica nella passata tornata elettorale. Così la base si è riunita una seconda volta e ha scelto Zinesi.

“Presto, il 10/6/2018, la nostra città sarà chiamata ad esprimere un nuovo sindaco e la sua squadra che dovrà governare per i prossimi cinque anni. Il Movimento 5 Stelle di Cinisello Balsamo ha votato per un candidato a sindaco e deciso per la mia persona. Sono grato a tutti per questa mia possibilità di migliorare la città dove vivo da diversi anni e che mi ha accolto con affetto e dato la possibilità di vivere nel verde e a contatto con ambientalisti dal respiro nazionale. Mia moglie ed io ci siamo trasferiti nella città dormitorio di seconda fascia alle porte di Milano, dove non ho ritrovato una vivibilità simile, ad esempio, a quella trovata in Francia dove ho trascorso gli ultimi anni lavorativi. È germogliata la voglia di contribuire al miglioramento del nostro ambiente e della nostra qualità di vita, nel quotidiano della città, assieme”, scrive Zinesi in una presentazione diffusa dopo la conferma della sua candidatura.

“Le idee sono molte e la multinazionale per la quale lavoravo come Responsabile Europeo di Logistica Distributiva mi ha permesso di maturare un esperienza significativa, anche grazie al mio coinvolgimento in progetti italiani e programmi aziendali a respiro internazionale, per poterle realizzare (ad esempio: la costruzione e ottimizzazione dei flussi ferroviari dalla Cina alla Germania attraverso la Siberia; la distribuzione dei prodotti sul territorio nazionale dal centro logistico di Strasburgo (Francia); la costruzione di magazzini distributivi sul territorio europeo e italiano). In questa breve presentazione non potrò essere esaustivo o raccontare tutto di me, avremo comunque modo di approfondire ulteriormente in quanto il programma che ho collaborato a costruire sarà la nostra linea guida e di conoscenza. Un programma nuovo, molto realistico e improntato ad aumentare la qualità della vita dei residenti. Affronteremo come migliorare la trasparenza di bilancio, la sicurezza cittadina, l’informazione e la democrazia partecipata. Proseguiremo con la lotta agli sprechi con equità e rigore. Ci occuperemo del commercio, delle piccole e medie imprese e dei servizi ai cittadini”, si legge ancora nella nota del candidato grillino.

Il M5S a Cinisello da sempre ha fatto della lotta al consumo di suolo uno dei suoi cavalli di battaglia: “Bloccheremo il consumo in misura irragionevole di suolo e ci occuperemo della sostenibilità ambientale. L’ente Nord Milano Ambiente ci sosterrà e aiuterà a raggiungere l’obiettivo rifiuti zero. Riorganizzeremo la mobilità e il trasporto pubblico, entrambi molto critici, in una città che si è sviluppata negli anni senza criteri urbanistici e dove transitano ogni giorno oltre 300.000 veicoli con tutto l’inquinamento che ne consegue. Completeremo il nostro percorso con i beni comuni, la salute pubblica e dell’ambiente. Collaboreremo con la Consulta Animali per migliorare la convivenza con i nostri amici nel rispetto delle regole di convivenza civile e naturale (temi non ultimi per importanza). Il prossimo futuro dovrà essere concreto, teso al coinvolgimento della fascia giovane, che non è attirata dalla politica oppure che non può preoccuparsene a causa delle condizioni attuali di lavoro precario e irrispettoso delle regole e delle persone. Per questo sarà necessario, in collaborazione con l’Università Bicocca, attivare da subito un’analisi delle forze, debolezze, minacce ed opportunità (Swot), insieme ad un analisi strategica creativa (Scan), da incorporare nel nostro modello di pianificazione strategica per individuare le aree di possibili sviluppi. Per concludere, negli ultimi dieci anni, al seguito dei portavoce del Movimento, mi sono reso conto che non basta essere in consiglio comunale per cambiare le cose, in minoranza non sussistono le possibilità per attuare il cambiamento”, chiosa Zinesi.

ARTICOLI CORRELATI