Ven. 07 Ott. 2022
HomeCinisello BalsamoAllarme truffa a Cinisello: finto dipendente comunale chiede soldi ai negozianti per...

Allarme truffa a Cinisello: finto dipendente comunale chiede soldi ai negozianti per i defibrillatori nelle scuole

[textmarker color=”E63631″]CINISELLO BALSAMO[/textmarker] – Nuovo allarme truffa a Cinisello Balsamo. Alcuni commercianti hanno denunciato che nel loro negozio si è presentato un uomo che si è spacciato per dipendente comunale e, munito di una lettera firmata dagli assessori Villa e Ghezzi, chiedeva fondi per un progetto delle scuole cittadine: le risorse raccolte, che da un lato sarebbero servite per una sponsorizzazione pubblicitaria del progetto, sarebbero state utilizzate per acquistare defibrillatori per le scuole di Cinisello.

A lanciare l’allarme è stato Giuseppe Berlino, consigliere comunale della lista civica La Tua Città, che ha diramato l’allerta e avvisato il Municipio. “Alcuni commercianti cittadini mi hanno contattato per chiedermi delucidazioni circa, un soggetto, che previa telefonata di una pseudo dipendente comunale, si presenta presso il loro esercizio mostrando una copia di una lettera, reale, dell’amministrazione comunale inviata ad un dirigente scolastico cittadino e relativo ad un progetto legato alla presenza di defribillatori in città. Tale soggetto dopo aver presentato il progetto, chiede delle somme in denaro di svariate migliaia di euro a fronte di una possibile pubblicità per gli esercizi commerciali da inserire sulle brochure, sulle mappe e su apposita app che dovrebbero indicare l’utilizzo e la dislocazione degli stessi defibrillatori. Sentiti gli assessori competenti, mi confermano che nessun mandato di alcun genere, tanto più di richiesta di denaro, è stato dato ad alcun soggetto da parte dell’amministrazione comunale. Per cui fate molta attenzione”, l’avviso pubblicato da Berlino su Facebook.

“Siamo venuti a conoscenza che in questi giorni viene richiesto ai commercianti di Cinisello Balsamo un contributo, a fronte di una possibile pubblicità per i negozianti, per un progetto relativo a defibrillatori nelle scuole, attraverso la presentazione di una lettera a firma di assessori comunali. L’amministrazione comunale precisa che non è stata autorizzato alcuno a raccogliere pubblicità a nome e per conto del Comune”, il messaggio diffuso invece dal Comune. Ora le forze dell’ordine sono state allertate e indagano sul caso.

ARTICOLI CORRELATI