Dom. 26 Mag. 2024
HomeAttualitàBike sharing: le bici di Ofo e Mobike potranno (forse) circolare anche...

Bike sharing: le bici di Ofo e Mobike potranno (forse) circolare anche nel Nordmilano

[textmarker color=”E63631″]NORDMILANO[/textmarker] – Il servizio di bike sharing a flusso libero, senza stazioni di deposito e prelievo, potrebbe arrivare prima del previsto nel Nordmilano, dove già di fatto sono presenti le biciclette di Ofo e Mobike. L’altro giorno è andato in scena un incontro tra Marco Granelli, assessore milanese alla Mobilità, Siria Trezzi, consigliere delegato alla Mobilità della Città Metropolitana e sindaco di Cinisello Balsamo, e altri 35 Comuni dell’hinterland (tra questi anche Arese, Binasco, Bollate, Bresso, Buccinasco, Carugate, Cormano, Legnano, Rozzano, Sesto San Giovanni, San Donato, San Giuliano Milanese, Trezzano Sul Naviglio e Vimodrone) per estendere il servizio a tutto l’hinterland.

“Granelli conta di firmare con la Città Metropolitana un accordo per l’allargamento del bike sharing già entro la fine di settimana prossima in modo da poterlo portare e approvare in giunta nella seduta di venerdì 3 novembre. Una volta consumato questo passaggio, ai Comuni basterà inviare a Palazzo Marino una lettera di adesione al bike sharing a flusso libero per poter usufruire del servizio anche entro i propri confini. In questa fase a fornire le biciclette saranno di nuovo Ofo e Mobike, i due operatori già attivi a Milano, perché negli accordi firmati con l’amministrazione di Giuseppe Sala è già contemplata l’ipotesi di un’estensione del servizio all’hinterland”, si legge sul quotidiano Il Giorno.

In pratica questa sarebbe una “sanatoria”: sia Ofo che Mobike infatti hanno un accordo solo con il Comune di Milano e le biciclette, pena una “multa”, possono essere utilizzate solo entro i confini comunali del capoluogo. In pratica se tutto dovesse andare come descritto da Granelli, le bici potranno essere utilizzate senza problemi anche nell’hinterland e quindi nel Nordmilano.

Dall’incontro è emerso anche che in un secondo momento verrà lanciato un nuovo avviso pubblico come quello già promosso da Milano ma che riguarderà l’area metropolitana. “Con tutta probabilità saranno gli operatori che si sono candidati nel capoluogo solo dopo Ofo e Mobike a gestire le biciclette condivise nell’hinterland”, si legge ancora su Il Giorno. Ma non è escluso che potranno partecipare al bando anche altri operatori.

ARTICOLI CORRELATI