Lun. 15 Ago. 2022
HomeCinisello BalsamoCinisello, Zonca critica il progetto di restyling di piazza Gramsci

Cinisello, Zonca critica il progetto di restyling di piazza Gramsci

[textmarker color=”E63631″]CINISELLO BALSAMO[/textmarker] – “Per piazza Gramsci, i problemi attuali sono il caos soprattutto serale e notturno, l’eccessivo calore d’estate, il degrado dei materiali della pavimentazione, l’illuminazione inadeguata, la mancanza di controllo con telecamere o attraverso le forze dell’ordine. Quindi una riqualificazione seria deve partire dalla soluzione a questi problemi, poi si dovrebbe pensare all’aspetto estetico”. Enrico Zonca, consigliere comunale della lista civica Cittadini Insieme, rende pubbliche le sue riflessioni dopo la presentazione del progetto di restyling di piazza Gramsci a Cinisello Balsamo.

“Con tutti i pregi per le idee di Kipar, ma chi vive quel luogo sa che occorre riqualificare una piazza, non creare un boschetto, perché verrebbe meno il concetto di piazza, un luogo al centro della vita cittadina. Rischiamo di creare un non-luogo e replicare un minibosco che si trascinerebbe una serie di altri problemi legati all’inciviltà, ai costi di manutenzione. Infine, l’idea di una fontana così come rappresentata dal rendering non funzionerebbe. Occorre ripensare a quell’elemento con qualcosa che abbia anche un significato distintivo, un’opera riconoscibile”, spiega l’ex candidato sindaco del centro destra.

“Per piazza Gramsci bisognerebbe pensare ai parcheggi sotterranei prima di fare un boschetto e che sarà un “cerotto” inutile rispetto ai veri problemi del centro cittadino. Questo soldi, derivanti da un incremento volumetrico del mega centro commerciale, devono essere utilizzati per la riqualificazione di altre zone della città, sulle quali c’è una priorità assoluta rispetto al centro cittadino, pena uno squilibro clamoroso tra il centro e l’esterno di Cinisello Balsamo”, chiosa il consigliere di opposizione.

ARTICOLI CORRELATI