Gio. 30 Mag. 2024
HomeBressoReferendum, domenica si vota in Lombardia. Esordisce il voto elettronico

Referendum, domenica si vota in Lombardia. Esordisce il voto elettronico

[textmarker color=”E63631″]NORDMILANO[/textmarker] – Domenica 22 ottobre gli elettori lombardi e veneti sono chiamati ai seggi per il referendum consultivo per la richiesta di maggiore autonomia su diverse materie oggi di competenza dello Stato. Dunque una richiesta di maggiore autonomia, ma non di secessione. Il chiarimento è d’obbligo viste le vicende catalane e le antiche passioni secessioniste della Lega che oggi paiono completamente sopite.

Questo è il quesito che gli elettori troveranno sulla scheda elettronica, a cui dovranno rispondere SI’ o NO oppure SCHEDA BIANCA.

“Volete voi che la Regione Lombardia, in considerazione della sua specialità, nel quadro dell’unità nazionale, intraprenda le iniziative istituzionali necessarie per richiedere allo Stato l’attribuzione di ulteriori forme e condizioni particolari di autonomia, con le relative risorse, ai sensi e per gli effetti di cui all’articolo 116, terzo comma, della Costituzione e con riferimento a ogni materia legislativa per cui tale procedimento sia ammesso in base all’articolo richiamato?”

Possono partecipare al referendum consultivo tutti i cittadini italiani residenti in Lombardia iscritti nelle liste elettorali.

Le operazioni di voto avranno inizio alle ore 7 di domenica 22 ottobre 2017 e termineranno alle ore 23 dello stesso giorno. Per votare occorre recarsi presso il seggio indicato sulla propria tessera elettorale, con un documento d’identità valido. Gli elettori sprovvisti della tessera elettorale possono rivolgersi agli uffici del comune di residenza per conoscere l’ubicazione del proprio seggio. In questo tipo di referendum non è previsto un quorum, cioè un numero minimo di votanti affinché il referendum sia valido.

Per la prima volta in Italia gli elettori esprimeranno la loro scelta con voto elettronico: all’interno delle cabine nei seggi elettorali saranno disponibili dei dispositivi elettronici, dotati di schermo touch screen, che consentiranno agli elettori di esprimere con immediatezza la propria preferenza tra le opzioni: Si, No o Scheda bianca.

Il dispositivo garantisce la segretezza del voto e consente agli elettori di visualizzare la scelta selezionata, confermare o eventualmente ripetere l’operazione, per una sola volta.

Il fronte dei partiti è quasi tutto schierato per il Si. Dalla Lega Nord ai Cinque Stelle, fino anche a moltissimi esponenti del Pd e dei centristi.

“Vediamo domenica, se vince il sì, come mi auguro, partiamo con la trattativa con il Governo per ottenere più competenze e più risorse, è molto semplice». Lo ha detto il presidente della Lombardia, Roberto Maroni – Quindi mi auguro che i lombardi capiscano la straordinaria opportunità e vadano a votare”.

Dalle ore 12 di domenica – giornata di voto dalle ore 7 alle 23, con modalità elettronica – sarà attivo un sito web della Regione Lombardia con i dati relativi al referendum consultivo per l’autonomia. Lo riferisce una nota della Giunta regionale. I risultati saranno «suddivisi per Regione, Province e Comuni, e suddivisi nelle categorie: votanti, Sì, No e scheda bianca». L’indirizzo è www.referendum.regione.lombardia.it.

ARTICOLI CORRELATI