Mer. 10 Ago. 2022
HomeCinisello BalsamoL'opposizione contro la Trezzi: "Non aprite la porta agli sconosciuti"

L’opposizione contro la Trezzi: “Non aprite la porta agli sconosciuti”

[textmarker color=”E63631″]CINISELLO BALSAMO[/textmarker] – Duro attacco dell’opposizione nei confronti del sindaco di Cinisello Balsamo Siria Trezzi. Il primo cittadino è stato criticato per la sua decisione di promuovere l’iniziativa “4 chiacchiere col sindaco”, dove Siria Trezzi si è resa disponibile a incontrare su invito in casa i cittadini, per confrontarsi sul futuro della nostra città”.

I primi ad attaccare sono i rappresentanti della Lista Civica La Tua Città: “Aggiungi un posto a tavola. Da Chi l’ha vista a Il pranzo è servito, il passo è breve. Sei forse un cittadino – ironizzano dalla lista civica – che in questi 4 anni e mezzo ha avuto problemi con l’amministrazione comunale e non hai mai trovato risposte? Hai forse provato a chiedere un incontro direttamente con il Sindaco e nessuno ti ha mai preso seriamente in considerazione? Hai tentato allora di farti ascoltare attraverso interrogazioni o petizioni affidate a qualche consigliere di minoranza, ma essendo quest’ultimi all’opposizione, non sono stati per nulla presi in considerazione? Non preoccuparti. Tra qualche mese si vota per il rinnovo del Sindaco, e allora tornano i sorrisi, le strette di mano, la disponibilità e soprattutto l’ascolto, addirittura tête à tête. Non c’è limite alla fantasia ed all’immaginazione, una volta si diceva “Pubblicità Progresso”, adesso è “Pubblicità Propaganda”, E così, da oggi, quando vorrete averla direttamente a casa vostra, a qualunque ora della giornata, a colazione, pranzo, cena oppure a merenda, basterà chiamare e prenotarla, e lei arriverà ad ascoltarvi, promettendovi immediati provvedimenti e geniali soluzioni, proprio come questa farsa pubblicitaria. Bon appétit“.

Non aprite la porta agli sconosciuti“. A rincarare la dose sono Lega Nord e Forza Italia, in un comunicato stampa congiunto a firma di Ghilardi, Gandini e Di Lauro. “La campagna elettorale alle porte e la smania di non perdere la poltrona a volte fanno miracoli. Quello che, in questi quattro anni e mezzo, è stato un sindaco assente, lontano dai problemi della gente, tutto ad un tratto mette in atto una metamorfosi cercando di nascondere la realtà dei fatti e delle cose. Ci chiediamo con gran curiosità quali bugie e quali menzogne andrà a raccontare ai cittadini. Dopo averli abbandonati a se stessi in tutti questi anni. Dopo che per quattro anni e mezzo sono venute meno sicurezza, decoro, attenzione al commercio di vicinato, pulizia nei parchi e nelle strade, vicinanza ai problemi della nostra gente, degli sfrattati e delle persone in difficoltà. Periferie abbandonate e centro cittadino che attualmente versa in uno stato indecoroso. Tutti conveniamo si tratti dell’ennesima presa in giro che i cinisellesi proprio non si meritano, per di più se si ritrovano a dover pure offrirle colazione, pranzo e cena. Per questo diciamo, richiamando un famoso film dell’orrore, Cinisellesi “non aprite quella porta”, ma aprite la porta al cambiamento per il bene della città”.

ARTICOLI CORRELATI