Sab. 22 Giu. 2024
HomeCronacaIl terrorista Amri seppellito in Tunisia. Le spese pagate dalla famiglia

Il terrorista Amri seppellito in Tunisia. Le spese pagate dalla famiglia

[textmarker color=”E63631″]NORDMILANO[/textmarker] – È stata riconsegnata ai familiari per i funerali la salma di Anis Amri, l’attentatore tunisino del mercatino di Natale a Berlino, ucciso a Sesto San Giovanni il 23 dicembre durante un conflitto a fuoco con la Polizia italiana. Lo confermano i media tunisini secondo i quali la famiglia di Amri, originaria di El Oueslatia, avrebbe pagato circa 11 mila dinari (equivalenti a 3.960 euro) per il rimpatrio e la consegna del cadavere. Il cadavere di Amri era rimasto a lungo in obitorio a Milano proprio per questioni legate al pagamento delle spese di rimpatrio della salma. In Tunisia dal 30 giugno scorso, il cadavere di Amri è stato sottoposto alle pratiche medico-legali autoptiche presso l’ospedale Charles Nicolle di Tunisi, prima di essere restituito alla famiglia che ieri lo ha seppellito nella sua città natale.

ARTICOLI CORRELATI