Sab. 01 Ott. 2022
HomeAttualitàCologno, pugno duro del sindaco: niente alcolici in vendita dalle 20 alle...

Cologno, pugno duro del sindaco: niente alcolici in vendita dalle 20 alle 6

[textmarker color=”E63631″]COLOGNO MONZESE[/textmarker] – Niente alcolici in vendita dalle 20 alle 6. Pugno duro del sindaco di Cologno Monzese, il leghista Angelo Rocchi, che ha firmato un’ordinanza che prevede il divieto della vendita per asporto di bevande alcoliche e superalcoliche dalle 20 alle 6 per tutti gli esercizi e le strutture di vendita presenti sul territorio comunale.

L’ordinanza, aggiungendosi al già vigente Regolamento di Polizia Urbana, ha l’obiettivo di intervenire duramente per riaffermare l’intenzione di combattere il degrado di alcune zone del territorio e a garantire la vivibilità degli spazi pubblici e il riposo dei cittadini. “Fine dell’ordinanza è limitare il facile approvvigionamento di bevande alcoliche da asporto nelle ore serali e notturne al fine di scongiurare un problema che puntualmente si presenta all’amministrazione comunale nel periodo estivo e che riguarda l’aggregazione seviziosa di individui di varie nazionalità nei parchi pubblici e nei pressi di attività commerciali non dotate di spazi interni adibiti al consumo”, dicono dal Comune presentando la delibera.

“Abbiamo voluto dare un segnale ancora più incisivo ad una situazione che ci è segnalata ogni anno da numerosi cittadini che vedono pregiudicato il loro sacrosanto diritto di riposare e vivere in sicurezza il territorio della Città. Oltre alla percezione di degrado che quotidianamente ci viene segnalata e alla pericolosità delle zone che in questi mesi estivi sono prese d’assalto da numerosi soggetti, abbiamo ritenuto fondamentale intervenire per ridare dignità ai parchi pubblici e alle nostre piazze, vittime in questo periodo di notevoli danni all’arredo urbano e in cui si verifica l’abbandono di rifiuti di vario genere che ci impongono sforzi economici che si potrebbero evitare se solo si riaffermasse il senso civico necessario a vivere in una comunità”, ha detto Rocchi.

L’assessore alla Sicurezza Urbana, Giuseppe Di Bari, aggiunge: “Oltre all’ordinanza abbiamo predisposto un impianto sanzionatorio severo nei confronti dei trasgressori che può sfociare anche nella sospensione dei titoli di vendita da 5 a 15 giorni nel caso di recidiva nella violazione del dispositivo dell’ordinanza”.

ARTICOLI CORRELATI