Dom. 23 Gen. 2022
HomeCinisello BalsamoMinacce di morte ai sindaci, sabato un presidio Pd a Sesto

Minacce di morte ai sindaci, sabato un presidio Pd a Sesto

[textmarker color=”E63631″]SESTO SAN GIOVANNI[/textmarker] – Le minacce e insulti nei confronti di sindaci del Pd del milanese apparse negli ultimi giorni stanno dividendo la politica e suscitando la reazione solidale non soltanto nel centrosinistra. Ieri il Movimento 5 Stelle di Sesto ha espresso solidarietà al sindaco Monica Chittò per le minacce di morte giunte con una lettera anonima. 

“Il Movimento 5 Stelle di Sesto San Giovanni, assieme al candidato sindaco Antonio Foderaro nell’ esprimere piena solidarietà, condanna fermamente simili vili atteggiamenti. La competizione elettorale, per quanto aspra ed accesa, non deve essere motivo per turbare la vita politica e privata di nessuno”.

Il Pd prepara un presidio provinciale: “Le intimidazioni e gli insulti agli amministratori che giovedì scorso hanno firmato il Patto sull’accoglienza diffusa non si fermano – afferma il segretario metropolitano del Pd, Pietro Bussolati -. Venerdì minacce inaccettabili e indegne a Siria Trezzi, oggi invece vittime sono Mara Rubichi, vicesindaca di Cesano Boscone, e Monica Chittò, sindaca di Sesto, che venerdì si è vista recapitare una lettera anonima con minacce di morte”. “Gravissimo e inaccettabile – prosegue Bussolati – che una sindaca sia oggetto di minacce indegne e sessiste per il suo impegno a favore di integrazione e sicurezza; per questo non posso che rivolgere la mia solidarietà umana, prima che politica, alle amministratrici coinvolte, che spesso divengono bersaglio ancora piu’ facile dei propri colleghi, per il sol fatto di essere donne. Non possiamo abbassare la guardia rispetto a simili episodi, figli di un clima violento e pericoloso, di cui sono complici politiche che cavalcano odio e intolleranza verso lo straniero”, conclude il segretario metropolitano. “Da tempo nel nostro Paese si respira un clima pesante di astio, rabbia ed intolleranza che genera atti come questo. Sempre lo scorso venerdì, anche Siria Trezzi, la sindaco di Cinisello, è stata oggetto di pesanti insulti sessisti e xenofobi, in una prassi intimidatoria che lede, come nel caso della Sindaco Monica Chittò, prima di tutto il loro essere donne, e poi il ruolo istituzionale ricoperto”

La coalizione di Centrosinistra ha deciso di promuovere un presidio per sabato 27 maggio, dalle ore 15 in piazza della Resistenza a Sesto San Giovanni, aperto a tutte le forze politiche e a tutte le cittadine e i cittadini, per dire basta ad ogni forma di violenza e per difendere la nostra democrazia da questi atti intimidatori che non ci fermeranno.

ARTICOLI CORRELATI