Ven. 07 Ott. 2022
HomeCinisello BalsamoInsulti su Facebook. Il sindaco Trezzi passa alle maniere forti

Insulti su Facebook. Il sindaco Trezzi passa alle maniere forti

[textmarker color=”E63631″]CINISELLO BALSAMO[/textmarker] – “Ringrazio di cuore le centinaia di persone che da ieri sera mi stanno scrivendo per manifestare la loro solidarietà e vicinanza dopo che ho postato il commento in cui mi si augurava di essere stuprata. Vi assicuro che non mi aspettavo una simile reazione, ma vi assicuro anche che non ero abbattuta, bensì incazzata, determinata nel voler proseguire il nostro impegno di lungo corso, fatto di progetti, impegno, servizi sul nostro territorio, contro la violenza sulle donne, contro le discriminazioni razziali e di genere”.

Siria Trezzi reagisce così agli insulti sul web a proposito della nuova accoglienza ai migranti in quel di Cinisello. Il sindaco ha preso parte alla manifestazione “20 maggio senza muri”. “Il messaggio di cui si fa portatrice la marcia è il principio dell’incontro fra i popoli e la sconfitta dell’intolleranza. Propone la centralità della persona, senza che nazionalità, colore della pelle o fede religiosa siano il pretesto per discriminazioni. La capacità di accogliere e di alimentare la coesione sociale fa parte della storia di Milano, di CiniselloBalsamo e di tutto il nostro territorio”, ha aggiunto la Trezzi.

Che ha promesso azioni legali contro la persona che su Facebook hanno scritto un commento in cui in pratica le augura di essere violentata. “Si può essere in disaccordo con le scelte politiche ed amministrative, avere visioni diverse della società, ma sono convinta che ci siano dei limiti che non debbano essere oltrepassati ed ho deciso di procedere anche in sede legale. Credo che sia giusto e doveroso denunciare chi usa termini di tale violenza contro le donne, oppure razzisti, sessisti, omofobi, perché è ora di porre un argine alla deriva a cui alle volte si assiste da parte di certi individui, dai social network fino alle azioni reali”.

ARTICOLI CORRELATI