Ven. 28 Gen. 2022
HomeCinisello BalsamoAlfredo Motta, operai in presidio: "No ai licenziamenti"

Alfredo Motta, operai in presidio: “No ai licenziamenti”

[textmarker color=”E63631″]CINISELLO BALSAMO[/textmarker] – Questa mattina i lavoratori della Alfredo Motta di Cinisello Balsamo hanno dato vita a un presidio davanti ai cancelli dell’azienda. La proprietà della conceria che si trova al confine con Monza, nel rione Bettola, ha deciso di spostare la produzione in Spagna. “E così noi operai, che con la nostra fatica decennale abbiamo creato le sue fortune, oggi diventiamo solo un ostacolo da eliminare”, hanno detto i lavoratori.

“I sindacati confederali, sottoscrivendo l’accordo di mobilità del 4 maggio 2017, che autorizza i licenziamenti di 20 operai in cambio di un elemosina che Motta potrà (forse) decidere di devolvere ai condannati a morte, hanno deciso di schierarsi a favore della prima ipotesi mostrando ancora una volta da che parte stanno. La resistenza degli operai dell’Innse, ci ha insegnato che é nostro dovere tentare di rovesciare la nave che ci affonda sulla testa; e che, se proprio dovessimo morire, travolti dalle onde della crisi”, aggiungono gli operai in una nota firmata “Comitato di Lotta Operai Motta Sol Cobas”.

L’obiettivo dei manifestanti é molto semplice: cancellare l’accordo con Cgil, Cisl e Uil. “Se ci sono operai disposti a farsi licenziare, che firmino le loro dimissioni volontarie. Gli altri invece lotteranno per impedire lo spostamento della fabbrica in Spagna e non per alzare il prezzo della carne umana macellata”.

ARTICOLI CORRELATI