Gio. 26 Mag. 2022
HomeCinisello BalsamoBilancio Cinisello. M5S: "Ritardo e troppe incongruenze"

Bilancio Cinisello. M5S: “Ritardo e troppe incongruenze”

[textmarker color=”E63631″]CINISELLO BALSAMO[/textmarker] – Dopo Forza Italia, anche il Movimento 5 Stelle di Cinisello Balsamo polemizza contro la giunta sul Bilancio Consuntivo 2016. Oltre a richiamare il ritardo e quindi la diffida delPrefetto, i grillini puntano il dito contro alcune scelte operate dall’amministrazione.

“Il M5S sta analizzando il documento e vuole segnalare alla cittadinanza le prime incongruenze che abbiamo individuato. Nel Programma Industria, Pmi e Artigianato c’era il ‘ridicolo’ stanziamento in spesa corrente di 270 euro in un anno, che avevamo già contestato all’amministrazione in sede di discussione del Bilancio preventivo. Ma la cosa più incredibile è che non hanno speso nemmeno quelli perché risultano come residui 269,92 euro. Ovvero in un anno hanno speso per gli artigiani 8 centesimi di euro”.

Continuano dal Movimento: “L’amministrazione comunale si è vantata di combattere l’evasione e l’elusione fiscale sostenendo che ha già recuperato nel periodo 2013-2015 quasi 2 milioni di euro e che prevede di recuperare nei prossimi 3 anni circa 2,5 milioni. Ma dal Bilancio consuntivo 2016 risulta che il Fondo Crediti di Dubbia Esigibilità, ovvero le entrate che si prevede di non incassare, è passato da 8.441.908 a 11.019.307 euro, con un incremento di 2.577.399 euro in un solo anno. Si dichiara che si sta recuperando l’evasione ed elusione fiscale e poi si mette a bilancio un incremento delle tasse/entrate non pagate per oltre 2,5 milioni di euro”.

Inoltre, secondo i grillini, nella gestione degli asili nido (0-3 anni) c’è una situazione dei costi fuori controllo perché a fronte di 279 posti disponibili (asili a gestione diretta ed in concessione) si ha un costo di 3.389.468 euro che corrispondono ad un costo annuo per bambino di 12.148 euro. “Significa che ogni bambino costa più di 1.000 euro al mese che è una cifra ben superiore alle rette richieste dagli asili nido privati. Continueremo ad analizzare il documento e a segnalare quello che ritiene le incongruenze nella gestione dei soldi dei cittadini da parte della amministrazione comunale”.

ARTICOLI CORRELATI