Dom. 23 Gen. 2022
HomeIn evidenzaCaponi: "Noi i gazebo per la raccolta firme li faremo lo stesso"

Caponi: “Noi i gazebo per la raccolta firme li faremo lo stesso”

[textmarker color=”E63631″]SESTO SAN GIOVANNI[/textmarker] – “I gazebo per la raccolta firme li faremo comunque”: Gianpaolo Caponi, candidato sindaco del polo civico (che raduna Sesto nel Cuore, #Sestoqua e Cittadini di Sesto), non usa mezzi termini per portare avanti la sua campagna elettorale, polemizzando contro l’amministrazione comunale e il sindaco uscente, Monica Chittò.

“Il sindaco uscente ha inviato una circolare al Comando della Polizia Locale con le nuove disposizioni per le richieste di occupazione di suolo pubblico. La circolare era indirizzata ai candidati alla carica di sindaco, ai partiti politici, movimenti politici, alle liste collegate ai candidati sindaci. Questa circolare a noi non è mai pervenuta e vorremmo capire perché; la stessa circolare modifica completamente i modi ed i tempi di richiesta degli spazi pubblici e non ci permette questa settimana di essere nelle piazze con i fondamentali gazebo per la raccolta firme, firme necessarie ed obbligatorie per la presentazione delle liste che si presentano alle elezioni”, dice Caponi in un lungo comunicato.

Due pesi e due misure? Un banale errore degli uffici oppure una svista “voluta”? Sta di fatto che alle richieste di poter fare i gazebo, Sesto nel Cuore si è sentita rispondere “picche”. “Noi abbiamo approntato le richieste come da consuetudini ormai consolidate negli anni, ricevendo nella giornata di ieri la comunicazione circa l’impossibilità di concessione degli spazi. Sappiamo che le liste collegate al sindaco uscente (che ha firmato la suddetta circolare), avranno i loro spazi e i loro gazebo. Visto che tutto ciò a nostro avviso è scorretto, noi allestiremo come da programma comunque i nostri gazebo e se vorranno ci porteranno via di peso”, aggiunge Caponi che ne fa una questione di democrazia. “Se la democrazia ha un prezzo, noi siamo disposti a pagarlo. Invitiamo tutti i cittadini a raggiungerci per sostenerci e per firmare i moduli per le candidature, che ci permetteranno di presentarci alle elezioni e provare ad amministrare in modo diverso questa città”.

ARTICOLI CORRELATI