Ven. 03 Feb. 2023
HomeCinisello BalsamoVisentin: "Chiarezza e dialogo sull'accoglienza ai profughi"

Visentin: “Chiarezza e dialogo sull’accoglienza ai profughi”

[textmarker color=”E63631″]CINISELLO BALSAMO[/textmarker] – Mettere in atto azioni che facilitino l’incontro tra gli enti gestori delle strutture denominate Cas (Centro Accoglienza Straordinaria) e il consiglio comunale, al fine di accrescere la conoscenza e l’approfondimento delle tematiche connesse all’accoglienza delle persone richiedenti asilo, secondo tempi e modalità da concordare. E relazionare al consiglio comunale, con cadenza almeno semestrale, in merito l’andamento dei progetti di accoglienza territoriali rivolti a persone richiedenti protezione internazionale. Sono i due impegni che la giunta di Cinisello Balsamo dovrà prendere, come deciso dal consiglio comunale di Cinisello, che ha votato una mozione urgente del consigliere Riccardo Visentin di Lombardia Popolare.

Il tema è quello dei profughi, cioè dei giovani richiedenti asilo ospitati in città: “Durante il recente Consiglio Nazionale Anci, svoltosi a Roma in data 19 gennaio, il delegato all’immigrazione Matteo Biffoni, sindaco di Prato, ha sollecitato i consigli comunali a farsi promotori di azioni che vadano nella direzione di una migliore gestione del fenomeno migratorio nel segno della trasparenza e controllo attraverso l’applicazione delle Leggi vigenti per una corretta integrazione nei territori. Molto spesso infatti un’informazione non completa suscita legittime richieste di chiarezza da parte dei cittadini, sulle azione intraprese dai Comuni”, spiega Visentin.

“Grazie a questo documento, si potrà fare ulteriore chiarezza. Personalmente ritengo che questa sia l’unica strada percorribile, ovvero quella di approfondire il tema dell’immigrazione, piuttosto che agire per pregiudizi a causa della scarsa informazione. I consiglieri comunali avranno quindi l’opportunità di dare risposte a quei cittadini che continuamente si pongono legittime domande sulla questione immigrazione, interpretando in modo efficace il ruolo per cui sono stati eletti”, chiude Visentin.

ARTICOLI CORRELATI