Sab. 01 Ott. 2022
HomeBressoVolley: vittoria in trasferta per Bresso, primato per UniAbita

Volley: vittoria in trasferta per Bresso, primato per UniAbita

[textmarker color=”E63631″]NORDMILANO[/textmarker] – Vincono la Sopra Steria Bresso e UniAbita Volley che regalano un sorriso ai propri fan in vista di un proseguo di stagione scoppiettante, vista la posizione di classifica di entrambe le compagini che stanno volando nei rispettivi campionati.

PALL. VILLANUOVA  vs. SOPRA STERIA BRESSO  1-3 (28-26 / 21-25 / 21-25 / 22-25)

Importantissima vittoria per la SOPRA STERIA Volley che nella quattordicesima giornata della stagione regola Villanuova e fa suo il bottino pieno. Con la contemporanea sconfitta di Adro, si riprende il secondo posto solitario in classifica a 3 lunghezze da Scanzorosciate.  Dunque un tiratissimo 3 a 1 per Bresso, in una gara giocata punto a punto contro i forti bresciani del Geopietra che, nel grande palazzetto, hanno sempre portato a casa fondamentali vittorie.

IL MATCH – Partono bene i ragazzi della SOPRA STERIA, che dopo un inizio di match equilibrato contraddistinto principalmente dal cambio palla, si portano avanti 13-8 grazie ai muri di un Totò Demme, più che mai in serata. Ci vuole ben altro però per abbattere i padroni di casa, che infilano un parziale di 7 punti consecutivi riacciuffando immediatamente il set. Finale infuocato contraddistinto dai troppi errori per i neroverdi (alla fine risulteranno essere 15!), che sprecano due set point e sono costretti a cedere il primo parziale alla compagine bresciana: 28-26.
Si torna in campo e i milanesi sono più che mai determinati a rimettere in piedi la partita. Scavano così un break importante che consente ai neroverdi di gestire il set restando sempre avanti, Villanuova però si dimostra squadra coriacea e con una nuova rimonta si riporta nuovamente in scia dei ragazzi di Smorgon arrendendosi solo ai tre ace consecutivi di Andrea Bonomi, che chiude il set sul 21-25.
Al nuovo cambio campo, dunque, tutto di nuovo in parità: nonostante l’avvio di parziale molto equilibrato sono ancora i bresciani a portarsi avanti. Un provvidenziale Capitan Comencini trova prima un punto importante su un’alzata sporca, poi un break di 4 punti al servizio. Jack Bianchini comincia a macinare attacchi e Totò Demme, ogni volta che ne ha occasione, non perdona. Finale di set pieno di emozioni con Alessandro Pellacani, che cede ingenuamente alle provocazioni del pubblico casalingo, prendendosi un’ammozione. Il tutto però non influisce: Peppe Hensemberger, in battuta, chiude il parziale 21-25.
Manca ancora un set per i ragazzi della SOPRA STERIA per tornare a casa con il bottino pieno, ma i padroni di casa non hanno certo intenzione di lasciare che ciò accada e, come nei precedenti parziali, si portano avanti. Jack Bianchini attacca qualsiasi pallone, fallendo raramente il bersaglio e i padroni di casa, nonostante riescano a tener testa ai ragazzi di Smorgon fino al 20 pari, devono poi cedere alle giocate di Demme e dell’opposto neroverde che chiudono il quarto e ultimo parziale. Finirà 25-22 per la SOPRA STERIA che porta a casa 3 punti d’oro in un fortino ostico come quello bresciano.

UNIABITA VOLLEY-CANAVESE VOLLEY 3-0 (25-22, 25-20, 25-13)

Bella prestazione dI UniAbita Volley che si aggiudica lo scontro diretto contro Canavese con un netto 3-0; gara equilibrata solo nel primo set, dove il nervosismo ha frenato il gioco da entrambe le parti, poi, negli altri due parziali il match arride alla compagine cinisellese.

Nel primo parziale le due squadre si studiano e giocano con il freno a mano tirato: si procede con piccoli strappi nel punteggio da una parte e dall’altra 6-4, 10-10, 14-16, 20-20. Il servizio non è molto efficace e in attacco nessuna delle due squadre rischia più di tanto. Sul 22 pari, UniAbita Volley vola grazie a due grandi servizi e fa suo il set.

Nel secondo parziale si procede ancora a braccetto fino all’11-8, poi però UniAbita Volley prende il largo e vola sul 19-11. Canavese non molla e si rifà sotto fino al 22-17, con l’opposto, vera e propria spina nel fianco in questo set; chiude però la compagine di casa col 25-20.

Nel terzo parziale non c’è partita: Canavese accusa il colpo e inizia a tentennare anche in ricezione, rendendo l’attacco molto scontato, UniAbita mette il turbo 8-2, 14-5, 20-9 con ottimi attacchi e chiude 25-13 con un errore in fast del centrale di Ivrea.

Tre punti importantissimi che fanno gran morale e danno una spinta in più per affrontare bene questa settimana di lavoro che precede un’altra gara importantissima e difficilissima contro la King Cup Bodio Lomnago, rivale storica di UniAbita che si può godere il primato insieme a Biella e Torino.

ARTICOLI CORRELATI