Lun. 17 Giu. 2024
HomePoliticaParata di politici a Sesto, in ospedale inaugurate le sale parto

Parata di politici a Sesto, in ospedale inaugurate le sale parto

[textmarker color=”E63631″]SESTO SAN GIOVANNI[/textmarker] – Parata di politici all’inaugurazione delle sale parto dell’ospedale Città di Sesto San Giovanni che si è tenuta lunedì pomeriggio.

Nella nuova area di 750 metri quadrati di estensione sono state realizzate tre sale parto-travaglio con l’area per le prime cure del neonato, l’isola neonatale e tutti i locali di supporto. E’ stata inoltre realizzata la nuova accettazione ostetrico-ginecologica, con sala d’attesa, locale triage/visita, locale monitoraggio con 3/4 postazioni e un locale osservazione.

inaugurazione-sale-parto-sesto“Questa nuova area parto realizzata grazie a un finanziamento regionale di circa 930.000 euro dimostra l’attenzione che Regione Lombardia ha nei confronti di questo presidio ospedaliero, importante punto di riferimento per il territorio”, ha detto l’assessore al Welfare di Regione Lombardia Giulio Gallera nel corso della visita alla quale hanno preso parte anche il sindaco Monica Chittò, l’assessore sestese Roberta Perego, il consigliere regionale leghista Jari Colla,  oltre che il direttore dell’Asst Nord Milano Fulvio Odinolfi e il personale del reparto.

“Nella realizzazione di questi nuovi spazi – ha sottolineato l’assessore regionale – ho constatato un’efficace organizzazione per intensità di cura e tipologia di assistenza; una particolare ricerca nella creazione di un ambiente accogliente e a misura della partoriente e del neonato; nonchè un’ottimizzazione dei percorsi”. Per l’assessore Gallera il lavoro che l’Asst Nord Milano sta realizzando, che coinvolge anche l’ospedale Citta’ di Sesto San Giovanni e l’ospedale Bassini, potrà essere assunto come modello da emulare. “Si tratta, infatti, dell’unica Azienda, in tutta la Lombardia, ad avere un bacino di utenza, quello della prima cintura dei Comuni di Milano, caratterizzato da un’altissima densità di popolazione che presenta fragilità particolari, come ad esempio il disagio giovanile o le dipendenze, che necessitano di risposte specifiche”.

“Sono molto soddisfatta degli interventi che stanno migliorando l’ospedale della nostra città in termini di continuità assistenziale e di sicurezza rispetto alle condizioni di emergenza-urgenza che possono presentarsi anche durante i travagli fisiologici – ha commentato il sindaco Monica Chittò – Credo si possa affermare che oggi – anche grazie alla sinergia con il Bassini di Cinisello e le prospettive che si apriranno con l’arrivo della Città della Salute e della Ricerca – si sia imboccata la strada giusta per offrire ai sestesi e non solo un servizio pubblico di qualità che metta ancor più al primo posto il benessere delle mamme e dei bambini”.

 

ARTICOLI CORRELATI