Mer. 28 Set. 2022
HomeCinisello BalsamoProgetto Auchan, un'assurdità: nuovo attacco del Movimento 5 Stelle

Progetto Auchan, un’assurdità: nuovo attacco del Movimento 5 Stelle

[textmarker color=”E63631″]CINISELLO BALSAMO[/textmarker] – Il Movimento 5 Stelle torna ad attaccare la giunta di Cinisello Balsamo e accusarla di voler cementificare la città. L’accusa dei grillini punta ancora una volta sul progetto Pii Bettola, che prevede l’ampliamento del centro commerciale Auchan. E parte dalla decisione presa dalla Commissione Bilancio della Camera dei Deputati di approvare un emendamento  per effetto del quale, a partire dal 2018, i Comuni non potranno più utilizzare gli oneri di urbanizzazione per coprire le spese vive o, più in generale, per motivi diversi da quelli per i quali gli stessi vengono corrisposti.

L’emendamento porta la firma di Massimo De Rosa, deputato a 5 Stelle, che insieme al portavoce locale del Movimento, Giancarlo Dalla Costa, attacca la giunta cinisellese: “Mentre il Paese guarda a un altro modello di sviluppo, e i cittadini chiedono che la crescita delle loro città punti sul rispetto dell’ambiente e la tutela della salute, l’amministrazione di Cinisello Balsamo, dopo avere già cementificato il 75 per cento del territorio, procede a passo spedito verso la costruzione dell’ennesimo, inutile, mega centro commerciale”, dicono i grillini.

massimo-de-rosa

“Sull’ampliamento del centro commerciale Auchan è stato già detto praticamente tutto ciò che si poteva dire. I dati inerenti all’impatto che l’opera avrà in termini di consumo di suolo e di polo attrattore di ulteriore traffico (aree verdi pubbliche cedute ai cementificatori senza gara e senza consultare i cittadini, gallerie commerciali diventate “pubbliche” per far costruire di più, 280 negozi, 20 sale cinema)  su uno dei territori più cementificati ed inquinati della Lombardia, sono a disposizione di tutti, Comune compreso. Eppure, nonostante le richieste dei cittadini, l’amministrazione persevera nel portare avanti il progetto, anche dopo l’intervento della Procura della Repubblica di Monza che ha da pochi giorni  ha indagato il Sindaco e suo marito proprio in merito a questione inerenti il Piano di Governo del Territorio”, aggiungono i due in una nota ufficiale.

Secondo De Rosa la scelta del Pii Bettola è diventata ancor più anacronistica alla luce della decisione della Camera. “ Basta svendere il territorio in cambio di denaro per le casse del Comune. Dopo tre anni di battaglie al fianco di associazioni ambientaliste e del forum Salviamo il Paesaggio, siamo riusciti a far approvare un emendamento che eliminerà una delle maggiori cause di speculazione riguardo la svendita del territorio”, commenta De Rosa, capogruppo del Movimento Cinque Stelle in Commissione Ambiente. “Continuare a cementificare e non salvaguardare il verde in una zona già tra le più inquinate d’Europa è frutto di una visione miope e senza futuro”. “Continuare ad applicare gli oneri di urbanizzazione alla spesa corrente dimostra una insensibilità enorme verso le generazioni future, perché continuare a fare cassa con un bene finito e non replicabile?”, aggiunge Giancarlo Dalla Costa, portavoce dei 5 stelle nel consiglio cinisellese.

ARTICOLI CORRELATI