Gio. 06 Ott. 2022
HomeIn evidenza'Comune incapace di gestire i Cdd', l'accusa del Comitato per il Servizio...

‘Comune incapace di gestire i Cdd’, l’accusa del Comitato per il Servizio Pubblico

[textmarker color=”E63631″]SESTO SAN GIOVANNI[/textmarker] – Non c’è pace per i Centri Diurni Disabili (Cdd) di Sesto San Giovanni. Dopo il doppio fallimento dei tentativi di esternalizzazione, i due centri comunali sono stati lasciati nell’oblio dalla politica che non riesce ad assumere una decisione in grado di smetterne in sicurezza il futuro.

A denunciare la situazione di lento scivolamento verso l’abisso è il Comitato cittadino per il Servizio Pubblico, nato proprio per difendere i due centri disabili. In una lettera, il portavoce Gabriele Visco Gilardi, ha denunciato l’incapacità del Comune a gestire questa situazione.

Ecco il testo della lettera:

“Con questo documento intendiamo denunciare la inaffidabilità del giuramento e delle promesse fatte dal Sindaco nel suo Programma presentato all’atto del suo insediamento e di conseguenza di tutta la maggioranza politica che si è formata per sostenerla.

Non è bastato il fallimento dei due tentativi di esternalizzare i CDD Mimosa e Magnolia, ma l’A.C. persevera nel tentativo, cercando nuove strade per disfarsene, venendo comunque meno alle promesse fatte, a tutta la cittadinanza quando ha letto le Linee Programmatiche dell’Amministrazione.

Senza contare che si voleva migliorare il servizio e che sono passati due anni nei quali i CDD hanno subito una strisciante forma di mobbing collettivo e che stanno, per fortuna, ancora in piedi grazie alla serietà del personale.

Siamo esterrefatti dalla superficialità di questa classe politica, in quanto è mai possibile che nessun Consigliere, nessun Assessore, nessun Segretario politico cittadino sia di maggioranza che di minoranza abbia mai richiamato la Giunta agli impegni solennemente presi di fronte alla cittadinanza.

Non andiamo oltre anche se ci sarebbero diverse citazioni da sottoporvi, ma ne riportiamo semplicemente due del Programma approvato e in particolare l’ultima solenne promessa totalmente disattesa: In attesa delle prossime elezioni amministrative, porgiamo i nostri saluti”.

 

ARTICOLI CORRELATI