Ven. 12 Apr. 2024
HomePoliticaIl sindaco Chittò licenzia l'assessore Mauro Bernardi

Il sindaco Chittò licenzia l’assessore Mauro Bernardi

[textmarker color=”E63631″]SESTO SAN GIOVANNI[/textmarker] – Licenziato. Lasciato senza deleghe dalla mattina alla sera. Lunedì pomeriggio il sindaco di Sesto San Giovanni Monica Chittò ha ritirato le deleghe all’assessore Mauro Bernardi, che da circa 10 mesi ricopriva l’incarico di assessore alle Opere Pubbliche, dopo le dimissioni del suo collega di partito Alessandro Piano.

Da ieri, con l’uscita di scena di Bernardi, anche la lista Democratici per il Cambiamento, che lo rappresenta, è formalmente fuori dalla maggioranza di centro sinistra che governa la città. Un brutto colpo per l’amministrazione comunale che a pochi mesi dalle elezioni perde un pezzo, quello più centrista, e si richiude su se stessa in una coalizione sempre più isolata a sinistra.

La cacciata di Bernardi è arrivata al culmine di un conflitto interno che durava da mesi, da quando la lista civica Democratici per il Cambiamento aveva scelto la via di un sostegno critico alla maggioranza. I Democratici avevano posto un programma preciso al sindaco con obiettivi da raggiungere in merito alla chiusura del forno inceneritore, ad una operazione verità sulla ex colonia di Bibbona, all’abbattimento delle barriere architettoniche. Temi forti che hanno spaccato la maggioranza fin dall’inizio e corsetto i Democratici a forzare la mano spesso con provocazioni politiche che alla fine hanno sortito una rottura netta.

La maggioranza di centro sinistra potrà governare da sola, pur perdendo i due consiglieri comunali dei Democratici, ma sicuramente lo spostamento a Sinistra della coalizione diverrà il leitmotiv di questo fine di legislatura e della campagna elettorale.

ARTICOLI CORRELATI