Lun. 22 Apr. 2024
HomeCormanoLe mani della 'ndrangheta sulla stazione di Cormano e Cusano

Le mani della ‘ndrangheta sulla stazione di Cormano e Cusano

[textmarker color=”E63631″]NORDMILANO[/textmarker] – La ‘ndrangheta si sarebbe infiltrata anche nei lavori per realizzazione della nuova stazione ferroviaria unificata di Cormano e Cusano. Ma anche su altre “grandi opere” della Lombardia: non solo il collegamento ferroviario tra i due terminal dell’aeroporto di Malpensa, ma anche i lavori sull’A7 Milano-Genova e la realizzazione della cosiddetta “piastra” di Expo.

L’elenco compare nelle carte dell’inchiesta della Dda di Milano che lunedì ha portato all’arresto di 14 persone (11 in carcere e 3 ai domiciliari) per un presunto giro di tangenti in diversi subappalti di opere pubbliche lombarde. “I calabresi – scrive il gip di Milano Alessandra Simion nell’ordinanza di custodia cautelare – erano riusciti a inserirsi nel settore delle grandi opere quali aggiudicatari di lavori appaltati da Ferrovie Nord spa o da società facenti parte del medesimo gruppo ad Itinera Spa”. E’ il caso dei subappalti per la realizzazione del “trenino” tra il Terminal 1 e il Terminal 2 dello scalo aeroportuale milanese. 

ARTICOLI CORRELATI