Lun. 17 Giu. 2024
HomeIn evidenzaIl Comune di Sesto e Lilt insieme per la prevenzione del tumore...

Il Comune di Sesto e Lilt insieme per la prevenzione del tumore al seno

[textmarker color=”E63631″]SESTO SAN GIOVANNI[/textmarker] – Il Comune di Sesto San Giovanni e la Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori in stretta collaborazione per la prevenzione del tumore al seno. Da oggi un fascio di luce colorerà il Municipio per dare inizio ufficialmente al mese rosa della prevenzione: alle ore 21, inoltre, presso la sala Consigliare del Comune, si terrà un incontro informativo, aperto al pubblico, proprio per ricordare alle donne quanto sia fondamentale “arrivare prima” di fronte alla malattia.

Per invitare le donne ad effettuare la loro visita gratuita al seno, per le vie di Sesto San Giovanni è stato allestito un percorso rosa, che dal Comune, in piazza Resistenza, conduce allo Spazio Prevenzione Lilt, in via Fratelli Cairoli: sabato 15 e domenica 16 ottobre, molte le iniziative organizzate in collaborazione con il Gruppo di Commercianti “Vivi la città-Sesto San Giovanni”, per la Campagna Nastro Rosa. Due stand Lilt saranno presenti in piazza Largo Lamarmora e piazza Petazzi, dove sarà possibile richiedere materiale informativo, effettuare donazioni ed acquistare biglietti per la lotteria benefica.

Questo il commento di Monica Chittò, sindaco di Sesto San Giovanni: “Uno dei compiti più importanti di un’Amministrazione comunale è lavorare per garantire a tutti i suoi cittadini l’accesso a servizi di cura e prevenzione di qualità e diffondere una cultura della prevenzione. L’apertura a Sesto dello Spazio Prevenzione LILT di via Cairoli permette di raggiungere entrambi questi obiettivi, avendo anche contribuito a ridare una centralità ad un quartiere della città e riqualificando un immobile storico. Nel solco di questa stretta e proficua collaborazione, l’Amministrazione ha fin da subito aderito alla proposta di lavorare insieme a LILT per promuovere la campagna Nastro Rosa anche nella nostra città. Con la speranza che sempre più sestesi possano conoscere e utilizzare i numerosi ed importanti servizi dello Spazio Prevenzione“.

ARTICOLI CORRELATI