Mar. 05 Lug. 2022
HomeAttualitàAmici Parco Nord contro Enac per l'aeroporto di Bresso: "Pronti a lottare"

Amici Parco Nord contro Enac per l’aeroporto di Bresso: “Pronti a lottare”

[textmarker color=”E63631″]BRESSO[/textmarker] – Dopo le voci sulla possibile svolta commerciale dell’aeroporto di Bresso, ecco che arrivano le reazioni dei cittadini. “Le allarmanti informazioni che traiamo dalla stampa locale in merito a un nuovo Regolamento di Scalo emanato da Enac, che consentirebbe già dal primo luglio l’atterraggio e il decollo nell’aeroporto di Bresso di aeromobili di dimensioni fino ad oggi vietate e di carattere commerciale, sono gravi e inaccettabili”, spiega Arturo Calaminici, presidente dell’Associazione Amici Parco Nord, comitato spontaneo di cittadini nato proprio per tutelare il grande polmone del Nordmilano.

“Chiediamo alle autorità locali, al Presidente del Parco Nord e ai Sindaci dei Comuni del Parco Nord, quali iniziative di contrasto a tale decisione intendano assumere, in modo da impedire che quello che si configura come un vero e proprio colpo di mano possa andare a compimento. Un eventuale stravolgimento unilaterale e arrogante dei patti e delle regole vigenti, rovescerebbe in un istante il compromesso che ha consentito finalmente la convivenza pacifica tra l’Aeroclub da una parte e i Comuni del Nord Milano e il Parco Nord, dall’altra. Una pace, dopo decenni di contrasti e di incomprensioni, fondamentale per tutti, anche per salvaguardare le attività di volo in essere”.

“Come Associazione Amici Parco Nord non intendiamo subire passivamente questa smaccata violazione degli accordi e delle regole vigenti – continua il presidente -, e quindi l’imposizione di attività di volo incompatibili con il nostro territorio e con il Parco Nord. Con l’aiuto e la mobilitazione dei cittadini abbiamo già rigettato, in anni recenti, analoghi tentativi di sovrapporre interessi privati e speculativi dell’aeroporto al diritto dei cittadini ad un ambiente sano e a una qualità della vita decorosa. Ancora una volta, se saremo chiamati a difendere il Parco Nord, noi, assieme ai cittadini, alle istituzioni democratiche e all’Ente Parco Nord, non ci sottrarremo”.

ARTICOLI CORRELATI