Mer. 17 Apr. 2024
HomeNEWSLETTERChittò: "Gravi affermazioni dal Corriere sulla Città della Salute"

Chittò: “Gravi affermazioni dal Corriere sulla Città della Salute”

[textmarker color=”E63631″]SESTO SAN GIOVANNI[/textmarker] – La Città della Salute non vive nemmeno un giorno sereno della sua storia ancora tutta da scrivere. E’ di ieri una lettera sul Corriere.it nella quale il dottor Harari si esprime sui progetti per i poli scientifici in progetto a Milano. Naturalmente lo spunto è il nuovo accordo stretto da Renzi con Ibm per portare nell’area ex Expo un centro ricerche del colosso informatico americano. Questo dà corpo allo Human Technopole che da molti è vissuto come avversario della Città della Salute da costruire a Sesto.

Il dottore Harari ribadisce quella che è la posizione di molti tecnici e scienziati milanesi: “Il Besta va spostato, ma il Centro Tumori può rimanere dov’è, con opportuni aggiornamenti”. Praticamente è come dire che la Città della Salute non serve a nulla. Il sindaco Chittò ha risposto con un post su Facebook sferzante nel quale riprende un messaggio dell’ex sindaco Fiorenza Bassoli:

“CHI HA PAURA DELLA CITTÀ DELLA RICERCA E DELLA SALUTE?
UN POST DI FIORENZA BASSOLI CHE SOTTOSCRIVO E CHE CHIEDO A CHI CI CREDE DI CONDIVIDERLO
Il Corriere.it-milano dice che l’Istituto Tumori può stare dov’è e che il Besta deve trovare un’altra destinazione e che comunque deciderà la finanza.Trovo molto grave questa affermazione.C’e un progetto pubblico su un terreno pubblico che si sta bonificando a Sesto S.Giovanni.Questo progetto e’ un modo per costruire un grande centro scientifico che potrà fare ricerca e cura personalizzata che secondo l’Organizzazione Mondiale Sanità e’ l’unico modo x far avanzare il sistema di cure di tumori e malattie neuro degenerative.Non si vuole che la sanità pubblica diventi d’avanguardia?? Non si vuole che un investimento in Istituti pubblici riuniti in un’unica sede dia fastidio agli IRCCS privati??

ARTICOLI CORRELATI