Sab. 27 Nov. 2021
HomeCinisello BalsamoMoschea di via Frisia, Lega: "Nessun dialogo con gli abusivi"

Moschea di via Frisia, Lega: “Nessun dialogo con gli abusivi”

[textmarker color=”E63631″]CINISELLO BALSAMO[/textmarker] – “Un grande risultato per la legalità e il rispetto delle regole sul nostro territorio. Per questo i presupposti per qualsiasi forma di dialogo con coloro che frequentano la moschea abusiva di via Frisia a Cinisello sono del tutto assenti”. Il vice capogruppo della Lega Nord in Regione Lombardia, Jari Colla e il capogruppo in consiglio comunale a Cinisello Balsamo, Giacomo Ghilardi, commentano così la sentenza del Tar circa l’irregolarità della “moschea” di via Frisia.

“La recente sentenza del Tar, arrivata dopo numerose sollecitazioni da parte della Lega Nord al Comune e alla Prefettura, pone una pietra tombale sulla questione. Una situazione che si protrae ormai da diversi anni, con una comunità islamica che risulta essere addirittura recidiva in tema di occupazioni abusive. A questo proposito va ricordato che questi signori sono gli stessi che per lungo tempo utilizzavano, naturalmente senza autorizzazione, un capannone ubicato in via Fleming. A ciò, fatto se possibile ancora più grave, va sommato che la suddetta struttura abusiva è stata inserita dagli investigatori, circa un anno fa, nella black list nazionale antiterrorismo”, aggiungono Colla e Ghilardi.

Che concludono: “Ora pretendiamo, nell’interesse della nostra città e dei nostri cittadini, che la sentenza del Tar venga rispettata seduta stante e che e l’edificio industriale in questione torni immediatamente alla sua destinazione originaria. Siamo per il rispetto delle regole e non accettiamo che vengano fatte aperture con chi infrange la legge, in barba alla legalità e con la strafottenza di chi ha le spalle coperte. A questo proposito vogliamo anche dire al sindaco Trezzi che, stando così le cose, l’unica apertura che può concedere a questi occupatori abusivi e recidivi è quella delle porte di casa sua, non certamente quelle della nostra città”.

 

ARTICOLI CORRELATI