Ven. 02 Dic. 2022
HomeCinisello BalsamoProlungamento M5: arriva l'ok anche dalla Camera dei Deputati

Prolungamento M5: arriva l’ok anche dalla Camera dei Deputati

[textmarker color=”E63631″]CINISELLO BALSAMO[/textmarker] – Solo qualche giorno fa vi avevamo raccontato dell’ordine del giorno presentato al Senato dal capogruppo di Foza Italia Andrea Mandelli, che aveva chiesto al Governo 200mila euro per il prolungamento della M5 verso Monza, passando da Cinisello Balsamo. Nelle ultime ore anche alla Camera dei Deputati si è parlato della Lilla e del suo prolungamento verso il Nordmilano e la Brianza: l’ex sindaco di Cinisello Balsamo, Daniela Gasparini, oggi deputato del Pd, insieme al collega Matteo Mauri ha presentato un nuovo ordine del giorno che chiede l’impegno del Governo Renzi a finanziare l’opera che dal capolinea attuale di Bignami Parco Nord dovrebbe correre lungo viale Fulvio Testi e collegarsi al futuro capolinea della linea rossa a Bettola (e poi da lì puntare verso il capoluogo brianzolo).

La discussione si è tenuta in aula all’interno del dibattito sulla Legge di Stabilità. Il documento della Gasparini ha ottenuto voto favorevole e, una volta emendato, contiene l’impegno del Governo alla ricerca di fondi per finanziare l’opera. “Ho incontrato personalmente il ministro Delrio e mi ha ribadito che si tratta di un’opera strategica per il territorio e per la Città Metropolitana di Milano”, ha detto l’ex primo cittadino di Cinisello.

Anche il parlamentino locale di Cinisello ha discusso del prolungamento della M5. E’ successo la scorsa settimana nel corso della della discussione sull’ampliamento del centro commerciale Auchan in area Bettola. “Quella sarà un’area strategica, di forte crescita economica. Il progetto Bettola è molto più che un centro commerciale, è la riqualificazione di un’intera area destinata a diventare una delle più importanti porte d’accesso alla metropoli. Nel progetto infatti è prevista la realizzazione di un parcheggio di interscambio a servizio del capolinea M1 e in prospettiva del passaggio della M5 per un totale di circa 1.500 posti, a totale carico dell’operatore. Ai 48mila metri quadri per il parcheggio dedicato alla metropolitana se ne devono poi aggiungere 3000 tra bicistazione e ciclofficina, stazione degli autobus e un sistema di piazze pubbliche esterne. Un vero e proprio hub intermodale in grado di assicurare l’interscambio su ferro e su gomma”, le parole con cui il sindaco Siria Trezzi ha salutato l’approvazione dell’ordine del giorno, passato con i soli voti sfavorevoli del Movimento 5 Stelle.

ARTICOLI CORRELATI