Ven. 07 Ott. 2022
HomeEconomiaSesto attraente per le imprese perché è ben collegata

Sesto attraente per le imprese perché è ben collegata

[textmarker color=”E63631″]SESTO SAN GIOVANNI[/textmarker] – Sesto San Giovanni è il quarto Comune più accessibile alle imprese – sui 189 della grande area metropolitana – dopo Milano, Monza e Rho.

A confermarlo è lo studio realizzato dal Centro Studi PIM su incarico di Assolombarda che anche quest’anno ha analizzato il livello di mobilità delle persone e delle merci rispetto alle condizioni di accessibilità (trasporto stradale e su ferro) con l’intento  di orientare le scelte insediative e di sviluppo delle imprese.

Lo studio ha preso in analisi svariati fattori legati alla mobilità (strade, linee pubbliche, treni e velocità di collegamento con gli aeroporti) per ampliare poi l’analisi ad elementi legati alla densità di imprese, addetti e popolazione.

L’analisi ha dimostrato la stretta correlazione tra la mobilità di un territorio e la sua potenzialità di sviluppo, di capacità di attrarre imprese, investimenti e lavoratori. Se Milano fa la parte del leone, come era lecito attendersi, l’indice di 8,191 di Sesto si colloca appena sotto Rho (con la Fiera ed Expo a trainare la città) con 8,881 e molto al di sopra del quinto comune, Pero, con 5,114 punti. L’altro dato in cui Sesto san Giovanni spicca in questa speciale classifica è la densità di addetti per chilometro quadrato, 2134, che la colloca al secondo posto assoluto dopo Milano.

“L’accessibilità crea sviluppo – ha spiegato Montrasio – non a caso i due luoghi sui quali si stanno concentrando le maggiori prospettive di sviluppo e innovazione sono quelli più accessibili: Rho, con il progetto di dopo-Expo, e Sesto San Giovanni con la Città della Salute e della Ricerca e l’indotto della sua “Health valley”. Questi dati ci convincono della necessità di proseguire con decisione lungo la strada tracciata dal nostro progetto di promozione del territorio: in questi anni abbiamo attivato una  serie di azioni come l’azzeramento della fiscalità locale per le nuove imprese, che, insieme all’arrivo della Città della Salute e della Ricerca porteranno grandi benefici alla città”.

ARTICOLI CORRELATI