Ven. 01 Mar. 2024
HomeCinisello BalsamoCinisello, il comune riporta i conti in ordine ma resta l'incognita Tasi...

Cinisello, il comune riporta i conti in ordine ma resta l’incognita Tasi 2015

[textmarker color=”E63631″]CINISELLO BALSAMO[/textmarker] – Patto di stabilità rispettato e conti salvi per Cinisello Balsamo. Sono state settimane lunghe, di lavoro fatto nelle retrovie di taglio e cucino. Ma alla fine il Comune è riuscito a riportare i conti in ordine.

Tutto era cominciato la scorsa estate, quando dopo la mossa della riduzione dell’aliquota a Tasi a zero si era rivoltata contro l’amministrazione a causa del mancato trasferimento dei fondi dallo stato. Il risultato era stato un “buco” da 5 milioni di euro nel bilancio 2014 da sanare a tutti i costi, evitando di tagliare i servizi. “Alle polemiche abbiamo risposto con i fatti – spiega il vicesindaco e assessore al bilancio Luca Ghezzi dalle colonne de Il Giorno -, riducendo la spesa e consentendo allo stato di recuperare dall’evasione fiscale, grazie al lavoro dei nostri uffici, che ha consentito al comune di ottenere 120mila euro”.

Occorre ricordare però, che il ritocco sull’aliquota Irpef, arrivata allo 0,8 per cento, ha fato un notevole contributo nel risanamento dei conti.

Leggi anche: Aumenta l’Irpef, sorpresa a Cinisello per pareggiare i conti

Conti che nel bilancio 2015 non andranno comunque a migliorare, come spiega il sindaco Siria Trezzi: “i contributi statali caleranno ancora e il comune dovrà farcela da solo. Non possiamo tagliare all’infinito, dobbiamo aumentare le opportunità di nuove entrate”.

Il pensiero corre veloce alle vendite dei “gioielli di famiglia”, ovvero quel patrimonio immobiliare che il comune ha messo all’asta per fare cassa.

Leggi tutti gli articoli di Nm24 sulla Tasi

Mentre in materia fiscale per quest’anno le nebbie si addensano: che la Tasi si pagherà o meno non è ancora dato di sapere, anche se il sindaco ha spiegato dalle colonne del quotidiano come non far pagare il balzello “comporti un costo di oltre 4 milioni di euro per il comune, soldi che lo Stato chiede”.

ARTICOLI CORRELATI