Sab. 01 Ott. 2022
HomeCronacaMorta dopo l'intervento, medico e infermiere condannati, tre rinviati a giudizio

Morta dopo l’intervento, medico e infermiere condannati, tre rinviati a giudizio

[textmarker color=”E63631″]SESTO SAN GIOVANNI[/textmarker] – Un medico e un’infermiera condannati e altri tre medici rinviati a giudizio per la morte di una paziente a seguito di un intervento chirurgico per il trattamento dell’obesità alla Multimedica di Sesto.

La vittima, una cinquantenne sestese, nel 2011 si era sottoposta all’intervento di rimozione del palloncino intragastrico, una delle tecniche temporanee utilizzate per ridurre l’obesità. Nell’intervento, però, era avvenuta una lacerazione all’esofago, che non sarebbe stata diagnosticata. La paziente era stata così dimessa, per poi ritornare in ospedale d’urgenza: sottoposta a intervento chirurgico, era entrata in coma e poi deceduta. In seguito alla morte e alla denuncia dei familiari, alcuni medici, in collaborazione con altri infermieri, avrebbero camuffato la cartella clinica, facendo sparire i parametri allarmanti.

Come riportato dal quotidiano il Giorno, ieri il giudice per le udienze preliminari del tribunale di Monza ha condannato a 2 anni e 8 mesi di reclusione con rito abbreviato un’anestesista e a 1 anno e 10 mesi di reclusione per falso, con la pena sospesa, un’infermiera dell’ospedale di via Milanese.

Per la stessa accusa, un altro infermiere e un altro medico hanno patteggiato, mentre un quarto medico è stato assolto per insufficienza di prove. Sono stati invece rinviati a giudizio altri tre medici, che verranno processati il 10 aprile presso il tribunale di Monza.

ARTICOLI CORRELATI