Gio. 06 Ott. 2022
HomeAttualitàEx – Form, nuovi scioperi per avere trasparenza sul piano industriale

Ex – Form, nuovi scioperi per avere trasparenza sul piano industriale

[textmarker color=”E63631″]CORMANO[/textmarker] – Tanta preoccupazione non solo per la cassa integrazione ma anche il futuro dell’azienda più in generale. Per questo i lavoratori della ex-Form di Cormano hanno indetto uno sciopero di quattro ore che sarà bissato il prossimo lunedì.
Il destino dei 660 dipendenti dello stabilimento cormanese non è infatti ancora chiaro. Secondo quanto stabilito dai piani della proprietà, per tutti i lavoratori è previsto lo spostamento nelle sedi di Turate, Quero e Villasanta ma ad oggi, gli operai cormanesi non hanno nulla di certo in mano. “Non abbiamo risposte né sul piano né sui trasferimenti – spiega il segretario generale Fim-Cisl Giuseppe Mansolillo dalle colonne de Il Giorno -, non ci sono gli investimenti sulla formazione promessi e resta tutto sul piano delle intenzioni”.
Lo stabilimento cormanese, che dovrebbe chiudere i battenti a giugno 2015, lavora con circa il 50% dei dipendenti in cassa integrazione mentre le altre sedi dell’azienda operano a pieno regime. Ed è proprio di concerto con i colleghi delle altre filiali che si svolgerà lo sciopero di lunedì, per dimostrare la solidarietà tra i lavoratori di tutto il gruppo.

ARTICOLI CORRELATI