Dom. 03 Lug. 2022
HomeCormanoIl sito della scuola Manzoni attaccato dagli hacker con scritte jihadiste

Il sito della scuola Manzoni attaccato dagli hacker con scritte jihadiste

[textmarker color=”E63631″]CORMANO[/textmarker] – C’è un attacco informatico dietro al mancato funzionamento del sito dell’Istituto Comprensivo Manzoni di Cormano. Il sito internet sarebbe stato vittima di un sabotaggio nella notte tra sabato e domenica.

Non è ancora chiaro chi ci sia dietro, ma aprendo la pagina web della scuola comparivano, tra le altre, anche frasi in arabo e in inglese inneggianti il jihad, “lo sforzo” religioso, spesso tradotto con guerra islamica.

Il sito è ora in manutenzione e l’attacco sembra essere stato bloccato. Da quanto riferiscono i Carabinieri della Compagnia di Sesto in contatto con la Polizia Postale, pare che si possa escludere il collegamento con gruppi jihadisti veri: l’attacco sarebbe frutto di un hacker informatico che avrebbe preso di mira non solo i siti delle scuole ma anche computer di privati cittadini, e che si sarebbe divertito a inserire collegamenti a pagine jihadiste. Le indagini in ogni caso sono ancora in corso e ogni ipotesi è al vaglio.

Le frasi e le immagini che si aprivano cliccando sui vari link della scuola inneggiavano alla libertà dei popoli dimenticati, all’opposizione contro Israele e il sionismo, alla seconda intifada palestinese, riportando fotografie di bombardamenti e di campi di rifugiati.

L’Istituto Manzoni non è la prima scuola in Italia ad essere vittima di un attacco di questo tipo. E’ di pochi giorni fa, ad esempio, anche l’hackeraggio alla scuola superiore Lino Zanussi di Pordenone. In questo caso, da quanto riportato sulla stampa, pare che l’azione di sabotaggio informatico fosse scaturita da una sorta di equivoco dovuto alla dicitura della scuola “Istituto Superiore di Istruzione Statale”, cioè Isis, la sigla dello Stato Islamico dell’Iraq e al-Sham che sta seminando odio e sangue in questi ultimi mesi.

L’Istituto Manzoni, non potendo fare a meno del proprio sito, ormai prezioso per ogni tipo di comunicazione, sta eseguendo manutenzione in modo da rafforzarne la sicurezza e scongiurare eventuali futuri attacchi. Che si tratti di hacker buontemponi o di veri e propri terroristi informatici.

 

ARTICOLI CORRELATI