Mer. 19 Giu. 2024
HomeAttualitàPiene Lambro e Olona, gli argini saranno presto rinforzati

Piene Lambro e Olona, gli argini saranno presto rinforzati

[textmarker color=”E63631″]NORDMILANO[/textmarker] – “Il territorio che ospiterà la sede della Città della Salute e, più in generale, tutto il corso del Lambro e dell’Olona, sono al centro di un grande programma di interventi per la messa in sicurezza, del valore di 147 milioni di euro. Uno sforzo in parte già compiuto per garantire la protezione di questa parte importante di Lombardia, colpita nel 2002 da un’alluvione che causò danni per oltre 35 milioni di euro”. Nel corso della riunione di Giunta che si è svolta venerdì scorso a Sesto San Giovanni, l’annuncio è stato dato dall’assessore al Territorio, Urbanistica e Difesa del Suolo di Regione Lombardia Viviana Beccalossi, che ha fatto il punto sugli interventi per la messa in sicurezza sul fiume Lambro nei Comuni di Cologno Monzese, Brugherio, Sesto e Milano.

Da mesi il Lambro è tornato a fare paura sia a Cologno che a sesto a causa dei lavori che si stanno compiendo a Nord del fiume e che rendono più incontrollabili le piene.

Ora è stato finanziato uno specifico intervento di messa in sicurezza dei territori dei Comuni di Cologno Monzese, Brugherio e Sesto San Giovanni, per l’importo di 3 milioni di euro. I lavori prevedono l’adeguamento delle difese spondali del fiume Lambro nei Comuni di Brugherio, Cologno Monzese e Sesto San Giovanni, dal ponte dell’Autostrada A4 fino a circa 300 metri a valle del ponte di San Maurizio al Lambro, per uno sviluppo complessivo di circa 1.200 metri, oltre a quattro interventi minori più a valle, uno ubicato tra le colline artificiali del parco urbano di San Maurizio e tre localizzati nella zona industriale di Cologno Monzese (via Guernica, via Barcellona).

“I lavori – ha commentato Viviana Beccalossi – sono attualmente in corso di ultimazione e saranno oggetto di ulteriore variante, per alleggerire ulteriormente l’impatto delle piene sul ponte della strada provinciale. Durante gli eventi alluvionali della scorsa estate, la parte dei lavori già eseguiti ha chiaramente dimostrato la propria efficacia per il contenimento delle piene, evitando esondazioni nel centro abitato di Cologno”.

ARTICOLI CORRELATI