Mer. 19 Gen. 2022
HomeIn evidenzaBilancio 2014, a Sesto spunta la tassa di soggiorno

Bilancio 2014, a Sesto spunta la tassa di soggiorno

[textmarker color=”E63631″]SESTO SAN GIOVANNI [/textmarker]- Il Comune si appresta a portare in consiglio comunale il Bilancio preventivo 2014. Sebbene si tratti del documento programmatico, come al solito viene approvato a metà dell’anno, con inevitabili rallentamenti delle attività comunali. La novità vera è l’introduzione della tassa di soggiorno.

Il documento, approvato martedì dalla giunta del sindaco Monica Chittò, conferma l’impegno dell’Amministrazione in merito alla riduzione della spesa corrente. Il taglio della spesa è di 1.200.000 euro rispetto all’anno scorso, grazie ai tagli effettuati sulla spesa per il personale, al dimezzamento del fondo per il premio di risultato dei dirigenti, alla rinegoziazione dei contratti di appalto e a interventi di razionalizzazione della spesa dei diversi settori.

E’ stato approvato un piano di vendite del patrimonio immobiliare dell’ente: saranno messi sul mercato 50 appartamenti sui quasi 1000 di proprietà del Comune. Soldi che serviranno a finanziare investimenti per la riqualificazione delle case del Comune e per l’efficientamento energetico.
Unitamente alle delibere di bilancio, è stata approvata la proposta di introduzione della tassa di soggiorno per finanziare investimenti a favore della qualità urbana ed è stata approvata la nuova TARI, tributo per l’igiene urbana e lo smaltimento rifiuti, che i Comuni da quest’anno sono obbligati ad applicare al posto della TARSU. In questo caso, il Comune promette una proposta che farebbe risparmiare rispetto all’anno scorso 30.200 famiglie Sestesi (pari al 75% del totale) e 3.640 attività produttive (il 54 % del totale); alcuni nuclei arriverebbero a risparmiare fino al 42% di quanto hanno pagato nel 2013.
“Siamo soddisfatti del risultato raggiunto, pur in un anno di grandi difficoltà per i Comuni – ha dichiarato l’Assessore Montrasio – Gli interventi messi in campo quest’anno sono strutturali, quindi i risparmi di oggi diventeranno ancora più evidenti negli anni prossimi. Inoltre, la valorizzazione del patrimonio dell’ente ci permette di progettare interventi che contribuiscano a rilanciare lo sviluppo del nostro territorio. In parallelo, procede il forte impegno del Comune contro morosità ed evasione fiscale, con l’utilizzo di tutti gli strumenti predisposti dagli accordi con l’Agenzia delle Entrate e con la Guardia di Finanza, oltre all’avvio di una sperimentazione per una nuova strategia per il recupero dei crediti. Sui temi del bilancio e dei nuovi tributi abbiamo previsto un ampio percorso di approfondimento e condivisione con la Commissione consiliare che inizierà già questa settimana”.

ARTICOLI CORRELATI