Ven. 03 Feb. 2023
HomeAttualitàVia Emilia: parte il cantiere e scatta il presidio per i Tigli

Via Emilia: parte il cantiere e scatta il presidio per i Tigli

[textmarker color=”E63631″]COLOGNO MONZESE[/textmarker] – Sono iniziati ieri i lavori di cui si parla da mesi, quelli in viale Emilia. Subito è scattato l’allarme del comitato che si batte per salvare i tigli. I militanti sono corsi sul posto per protestare e cercare di bloccare il cantiere. Hanno annunciato un presidio permanente.

Il comitato ha rilevato delle irregolarità: secondo loro, mancavano i cartelli di segnalazione di inizio lavori, che andrebbero messi il giorno prima, anche per non far sostare le macchine. Sembra però che quei cartelli che ieri mattina non c’erano, fossero stati posizionati la sera prima. Sarebbero quindi stati portati via nella notte.

Al di là di questo episodio, i cittadini che irriducibilmente tentano di salvare gli alberi hanno organizzato un sit-in di protesta e chiamato la polizia locale, che però non ha rilevato irregolarità nel cantiere. Anche la richiesta di prendere tempo, dato che le piante ospiterebbero uccelli in nidificazione primaverile, non ha ricevuto ascolto. Si va avanti con i lavori.

Dopo aver esaminato il progetto e le motivazioni di chi si oppone, il Comune non sembra intenzionato a fare nessun passo indietro. Avrebbero i giorni contati i quasi 200 tigli del viale: saranno abbattuti per poter riqualificare la rete fognaria, il marciapiede e realizzare una pista ciclabile.

Gli interventi di riqualificazione sarebbero urgenti. Ieri una buca della dimensione di un tombino si è aperta nel manto stradale all’altezza del civico 50 di via Emilia, a causa del cedimento del collettore fognario. Immediato è stato l’intervento per riparare il punto pericoloso. Ma questo sarebbe, secondo il Comune, un segno evidente dell’urgenza dei lavori.

“Vogliamo che siano fatti questi lavori” dicono dal comitato “ma con un progetto che salvi i Tigli. Ci crediamo e co0ntinueremo a opporci e  a lottare”.

ARTICOLI CORRELATI